Quarto (FdI): la macchina regionale riprende il suo cammino

Condividi subito la notizia

“Con forte senso di responsabilità i Presidenti delle prime tre Commissioni, i consiglieri regionali Cariello, Braia e Quarto hanno deciso di porre all’ ordine del giorno  importanti argomenti economico-finanziari riguardanti il bilancio previsionale regionale di prossima approvazione. La seduta ha avuto inizio con l’audizione del Dirigente Generale per la Programmazione e la Gestione delle risorse strumentali e finanziarie, Alfonso Morvillo e del Dirigente del Gabinetto della Giunta, Michele Busciolano. I Dirigenti in questione hanno relazionato sul documento di Economia e Finanza regionale 2022-24, sul disegno di legge concernente la Legge di Stabilita regionale 2022 e per ultimo sul Disegno di legge ‘Bilancio di previsione finanziaria per il trienno 2022-2024’ “.Così il consigliere di FdI, Piergiorgio Quarto. “Si è provveduto inoltre a regolamentare il calendario delle audizioni da tenere nelle sedute successive. Si è discusso quindi sugli strumenti fondamentali che sono alla base dell’impianto amministrativo contabile della Regione, disciplinati dalla normativa del 118/2011 che ha riscritto le modalità con le quali le regioni non solo devono caratterizzare gli aspetti strettamente contabili ma anche attraverso il Def e la legge di stabilità, mettere in moto le traiettorie di indirizzo politico amministrativo che la regione Basilicata e questa maggioranza intendono mettere in cantiere. Ovviamente la caratterizzazione di questo bilancio è la novità del Pnrr, che ha inevitabilmente richiesto un maggiore approfondimento, portandoci con i tempi al ricorso all’ esercizio provvisorio. Era necessario un maggiore sforzo tempistico per rendere coerente questo bilancio con i nuovi indirizzi   di politica economico finanziaria rivenienti dalla politica nazionale. A tal proposito non possiamo non richiamare il cuore di questo bilancio , basti solo ricordare tutte le questioni che riguardano la transizione energetica, la digitalizzazione, lo stesso aspetto riguardante la semplificazione amministrativa, punti che sono diventati gli aspetti centrali della politica nazionale, per una visione di svolta anche alla luce dei recenti avvenimenti bellici che in ogni caso incidono non poco su problematiche di vitale importanza quale appunto la questione dell’energia”. “Il DEF della Regione Basilicata – continua – deve tener conto di tutti gli obiettivi rintracciabili nel piano strategico regionale approvato dal Consiglio regionale il 20 gennaio 2022 e quindi al centro della strategia regionale per gli anni a venire , coerentemente con la Strategia di Sviluppo sostenibile delle nazioni unite, con la politica di coesione dell’Unione europea 21-27 e con il piano nazionale di ripresa e resilienza. Ciò al fine di ridurre i divari tra la nostra regione e le altre regioni italiane ed europee. Il tutto come evidenziato nel documento introduttivo del DEF troverà attuazione con le risorse indirizzate alle azioni previste nel Piano strategico regionale, con il lavoro della macchina amministrativa regionale improntato a criteri di efficienza e di efficacia”. “La Regione Basilicata – conclude Quarto – si prefigge nel triennio 2022-2024 di consolidare l’azione di miglioramento della finanza regionale, con l’obiettivo di mantenere una situazione di bilancio stabile ed equilibrata, contemperando agli obblighi di concorso agli obiettivi fissati dalle manovre di finanza pubblica nazionali, alle politiche di sostegno  e sviluppo regionale”.   

Hits: 0

Condividi subito la notizia