Nuova normativa euro7, bene che la Commissione europea valuti limiti meno stringeti. Per la Stellantis di Melfi un segnale importante

Condividi subito la notizia

“La Commissione Europea sta valutando di alleggerire i limiti stringenti della nuova normativa antiniquinamento, nota come ‘Euro 7’.. . È un notevole passo avanti che riconosce l’importanza del comparto dell’automotive per l’Europa e per l’Italia e che dimostra una maggiore consapevolezza delle necessità industriali, come auspicato in più occasioni dal Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso.

Condivido le posizioni del Ministro con il quale abbiamo iniziato una proficua collaborazione per affrontare la questione Stellantis, che riguarda da vicino anche la Basilicata, affinchè l’impatto 0 emissioni avvenga tenendo conto dei lavoratori e delle imprese. 

Infatti, lo stop alla vendita delle auto endotermiche, ovvero a diesel e benzina, entro il 2035 unita alle norme antinquinamento avrebbe comportato un’anticipazione della fine della produzione per il 2027 con pesanti ripercussioni industriali e occupazionali. A ciò si deve aggiungere l’inevitabile aumento del prezzo finale delle auto e, dunque, un costo economico per i cittadini che sarebbe molto più incisivo, oggi, in un periodo di crisi come questo, rispetto al 2014, anno di introduzione dell’Euro6.

Continuerò a seguire la vicenda, in sintonia con il Ministro Urso, affinchè l’Europa porti avanti politiche energetiche che tengano conto dei costi industriali e sociali che esse comportano.” 

Roma, 27 ottobre 2022

Sen. Gianni Rosa

Hits: 0

Condividi subito la notizia