La “Rete dei Carnevali” è importante per attirare i turisti in Basilicata

Condividi subito la notizia

I pieni festeggiamenti del Carnevale 2023 ci hanno consentito, dopo le tribolazioni dell’emergenza sanitaria, di ritrovare un po’ di spensieratezza e normalità. In questi giorni in numerosi Comuni lucani si sono svolte le iniziative legate al Carnevale. Eventi che hanno fatto emergere le peculiarità delle nostre comunità. Per questo motivo considero molto importante, per la conservazione del patrimonio culturale della Basilicata, gli sforzi della “Rete dei Carnevali”, che riunisce diverse realtà lucane in cui si svolgono le manifestazioni più caratteristiche e antiche. Nello specifico Tricarico, Teana, Montescaglioso, Aliano, Lavello, San Mauro Forte, Cirigliano e Satriano di Lucania. Il “patrimonio immateriale” già riconosciuto dalla Regione Basilicata costituisce un bagaglio di cultura, tradizioni, costumi e maschere a valenza antropologica. Il “patrimonio immateriale” del Carnevale va promosso e preservato, dato che rivive e si tramanda un pezzo della storia della Basilicata

Anche grazie al lavoro sempre più organico della “Rete dei Carnevali” si può rafforzare l’attenzione sui nostri territori per accrescere i flussi dei turisti e dei visitatori, senza dimenticare l’importanza di collegamenti degni di questo nome e di una organizzazione sempre più efficiente dal punto di vista dell’accoglienza. 

La presenza degli eventi legati alla “Rete dei Carnevali” è uno stimolo a rendere la Basilicata attrattiva anche in questo periodo dell’anno. Dobbiamo farci trovare pronti.

Gianni Leggieri

Consigliere regionale del M5S

Hits: 28

Condividi subito la notizia