Gravina. Nuova vita per l’area mercato di Via Genova

Condividi subito la notizia

Arriva  il centro di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza

Questa mattina, alla presenza del Direttore Amministrativo della ASL Bari, Luigi Fruscio, del Direttore del Dipartimento Medicina dell’Età Evolutiva, Mariano Manzionna, del Direttore della NPIA ASL Bari, Vito Lozito e della responsabile della NPIA Area Alta Murgia Altamura-Santeramo, Antonella Bello, l’Amministrazione Comunale di Gravina, rappresentata dal Sindaco Fedele Lagreca, dalla Giunta Municipale e da diversi consiglieri comunali ha consegnato le chiavi dell’ex mercato di via Genova, dove tra qualche mese sorgerà la sede del servizio di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza a Gravina in Puglia, una progettualità fortemente voluta dal Sindaco Lagreca e da tutta l’Amministrazione Comunale. 

La struttura, grande 250 metri quadri, necessiterà di una serie di interventi di adeguamento. 

I tecnica dell’ASL Bari hanno stimato in 5 mesi circa, la tempistica per concludere i lavori, consentendo, così, l’avvio del servizio alla comunità con visite specialistiche, valutazioni e terapie riabilitative, realizzate tutte in una sede unica, dotata di ogni comfort, stanze accoglienti e ben divise suddivise per tipologia di intervento, in modo da facilitare l’accesso agli utenti.

Una struttura nuova migliorerà anche la qualità e l’efficacia del lavoro svolto dagli operatori.

Sarà rinforzato anche l’organico, con  10 operatori, tra cui un medico, uno psicologo, un assistente sociale e 7 terapisti.

Dichiarazione del Sindaco di Gravina in Puglia Dott. Fedele Lagreca

Con questo intervento preannunciato qualche settimana fa, raggiungiamo due obbiettivi: innanzitutto 300 famiglie gravinesi, con ragazzi fino a 18 anni con problematiche neurologiche, neuropsicologiche e psichiatriche, non dovranno recarsi più fuori città e, in qualche caso fuori regione, per avere visite specialistiche, valutazioni e terapie e, poi, diamo nuova vita ad una struttura bella, grande, nuova ma in stato di abbandono ormai da diversi anni.

Era una promessa che avevo fatto a tanti genitori e vedere oggi i loro sorrisi, dopo tanto patimento, è la cosa che più mi gratifica ed il loro costante incoraggiamento fa sì che il lavoro che quotidianamente ci impegna senza tregua in tempi brevissimi si trasforma in risultati veri, visibili e tangibili. 

Hits: 86

Condividi subito la notizia