Il mandolino di scena a Grottole

Condividi subito la notizia

La musica del compositore settecentesco Carlo Cecere torna a risuonare nella sua Grottole, grazie all’omaggio realizzato dall’ensemble Accademia San Rocco nell’ambito del Festival del Mandolino.
Il prossimo 11 dicembre alle ore 19:00, nella splendida cornice della Chiesa di San Rocco, la formazione strumentale composta dal Maestro Mauro Squillante (mandolino, calascione), Anna Rita Addessi (mandolino), Angelo Basile (violino), Francesco Parente (violoncello barocco) e Pino Cillis (clavicembalo), eseguirà brani composti dal musicista grottolese durante il suo periodo napoletano.
Dal programma musicale della serata sarà altresì realizzata un’opera discografica originale per la prestigiosa collana Gima.
L’evento è il terzo appuntamento – dopo il concerto presso il Convento di San Pietro a Craco e quello al Salone degli Stemmi a Melfi – del Festival del Mandolino, una manifestazione organizzata dalla rete “Musica a plettro” composta dal Centro Permanente per l’Educazione Musicale “D. Manfredi” Aps, da Labirinto Visivo e dal Centro Studi Politeia.
La serata di Grottole è realizzata grazie al sostegno da parte della Regione Basilicata, col patrocinio del Comune di Grottole e della Parrocchia dei Santi Luca e Giuliano e in collaborazione con l’Università di Bologna (sezione musicologia) e dell’Accademia Mandolinistica Napoletana.
Il programma culturale del Festival mira alla valorizzazione di compositori e musicisti nell’ambito della musica a plettro, attraverso una rassegna itinerante in luoghi particolari, ricchi di storia e cultura.
Si lega a tale volontà la scelta di far esibire l’ensemble Accademia San Rocco, formazione vocale e strumentale del Centro Studi Lucano di Musica Antica, che pone un’attenzione specifica alla rivalutazione e divulgazione della musica realizzata da compositori e musicisti lucani del periodo rinascimentale e barocco.

Per informazioni
Rocco Pascale 3459732927

news matera potenza il mandolino di scena a grottole 1

Hits: 10

Condividi subito la notizia