Accordo Comune-Direzione dei musei per la gestione di Dea e siti culturali

Condividi subito la notizia

L’Amministrazione comunale di Matera, rappresentata dal sindaco Domenico Bennardi, ha firmato stamane un accordo con la Direzione generale dei musei, rappresentata dal professor Massimo Osanna, per la valorizzazione e la fruizione dei beni culturali del territorio di rilevante interesse storico, artistico e monumentale. Si concretizza così, un’idea nata circa due anni fa in sede di Conferenza di servizi, per la gestione del nuovo museo demoetnoantropologico (Dea), i cui cantieri potrebbero chiudersi già in primavera. Ma l’intesa potrà allargarsi a tutti i siti di interesse e rilievo storico della città dei Sassi. L’accordo prevede la concretizzazione delle migliori condizioni di fruizione del patrimonio culturale pubblico, mediante un sistema di valorizzazione e tutela stabile e strutturata, anche con metodi di gestione innovativa che coinvolgano altri soggetti pubblici. C’è anche un riferimento alla conservazione dei beni, oltre che alla promozione e divulgazione del loro valore, con spirito collaborativo e sinergico tra Direzione generale dei musei e Amministrazione comunale. In occasione della firma, sono stati individuati anche due dei tre componenti del Comitato per l’attuazione dell’accordo, ovvero lo stesso sindaco Bennardi in rappresentanza del Comune e la direttrice dei musei materani Annamaria Mauro, per il partner. Le parti indicheranno il terzo componente del comitato, da individuare all’esterno tra personalità di rilievo e spiccata professionalità in ambito culturale. Il primo compito di questo organismo, sarà quello di lavorare alla redazione dello statuto della Fondazione, che in tempi stretti andrà a gestire ed orientare i contenuti dell’accordo, dopo una necessaria interlocuzione con il ministero della Cultura. “Sono molto soddisfatto di questo accordo -ha commentato Bennardi- è motivo d’orgoglio per la Capitale europea della cultura, collaborare direttamente con il ministero nella gestione e valorizzazione dei siti di interesse storico, artistico e monumentale”.

Hits: 12

Condividi subito la notizia