Dipartimento Ambiente, presentata la piattaforma per i procedimenti digitali

Condividi subito la notizia

“La digitalizzazione, come di recente ha chiarito anche il Pnrr, è una delle principali sfide per modernizzare l’azione della Pubblica amministrazione allo scopo di renderla efficace e trasparente, per il conseguimento degli obiettivi perseguibili e la condivisione dei processi con cittadini e imprese. Con questa consapevolezza, utilizzando le opportunità tecnologiche di cui oggi disponiamo, il Dipartimento ha avviato un percorso innovativo e strategico che si traduce nell’implementazione di questa piattaforma che renderà più semplice e veloce l’iter dei procedimenti amministrativi in materia ambientale ed energetica”.
È quanto ha detto l’assessore regionale all’Ambiente ed energia, Cosimo Latronico, intervenendo questa mattina alla conferenza stampa di presentazione della nuova piattaforma legata ai procedimenti digitali, assieme al direttore generale del Dipartimento regionale, Roberto Tricomi, al referente dell’ufficio Amministrazione digitale, Salvatore Panzanaro. Nel corso dell’incontro, i rappresentanti della società Dedagroup, che ha realizzato per l’ente la soluzione tecnologica, hanno simulato per i presenti la navigazione sulla piattaforma, dall’accesso tramite spid alla compilazione dei campi fino alla protocollazione delle pratiche.
Dal prossimo 3 marzo, cittadini e imprese dovranno presentare le proprie istanze esclusivamente attraverso la piattaforma, a cui si accede attraverso l’homepage del sito istituzionale della Regione, per i procedimenti legati a concessioni di aree del demanio pubblico dello stato (ramo idrico), nulla osta idraulico, valutazione di incidenza ambientale, segnalazioni di alberi monumentali, autorizzazioni legate agli impianti di rifiuti, autorizzazioni paesaggistica, provvisoria, idraulica e per le aree naturali.
“Quello di oggi è un punto di arrivo e al contempo di partenza per il cambiamento di approccio nei rapporti tra gli uffici regionali e l’utenza, fondato sulla partecipazione attiva all’azione amministrativa, in coerenza con quanto stabilito dalla normativa vigente. Un’azione importante, non solo per la realizzazione della transizione energetica, che richiama – ha aggiunto l’assessore – la centralità della Pubblica amministrazione nelle iniziative finalizzate allo sviluppo economico e sociale, ed evidenzia la necessità di momenti di dialogo e confronto con i portatori di interessi del territorio”.

Hits: 44

Condividi subito la notizia