Potenza, successo per il Realverso Lucanum – digital twin in scena in Piazza Duomo

Condividi subito la notizia

Si è svolta ieri sera a Potenza la presentazione in anteprima del Lucanum Realverso, un ambiente digitale innovativo nella forma di metaverso, ideato e sviluppato dalla Pmi innovativa lucana iInformatica, vocato alla sensibilizzazione sugli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’agenda Onu 2030.

  Lucanum Realverso ieri ha visto la sua prima apparizione in pubblico nella città di Potenza, tramite i digital twin, con l’attivazione di luci, installazioni e spettacoli nella fontana ottagonale, nella facciata dell’episcopio e nella Cattedrale di Largo Duomo a Potenza. Uno spazio virtuale che va a interagire con uno spazio fisico, che è largo Duomo, per rendere interattiva, in modo unico e senza precedenti nazionali, la città di Potenza. Iniziativa volta a consapevolizzare sul tema dello sviluppo sostenibile, la lotta al cambiamento climatico e gli stili di vita in armonia con la natura e con i luoghi che ogni giorno viviamo.

La peculiarità di Lucanum Realverso, primato nazionale, è l’interazione con digital twin di oggetti fisici reali installati in borghi del territorio lucano ideati per valorizzare e promuovere le peculiarità della cultura dei piccoli e grandi borghi della Basilicata . Grazie ai digital twin è possibile l’interazione tra reale e virtuale, ideale per coinvolgere i cittadini a realizzare azioni etiche per promuovere e valorizzare l’eredità culturale in ottica sostenibile.

“Abbiamo coniugato innovazione e sostenibilità, per promuovere il territorio e oggi è arrivato il momento di mostrarvi questo connubio” così Vito Santarcangelo, Amministratore unico della iInformatica srl, ha dato il via alle interazioni tra Lucanum Realverso e il Largo Duomo di Potenza.

L’evento di presentazione ufficiale del Lucanum Realverso è stato realizzato in connessione con l’installazione artistica Breath e rientra all’interno del Festival OniricaLights, un festival di arti digitali che è stato organizzato dalla società Onirica Srl, con il contributo di Labirinto Visivo Aps e il supporto tecnico di Sonora Service. Un evento che ha visto la partecipazione di artisti visuali della scena nazionale e internazionale, un progetto artistico che punta l’attenzione sulle arti digitali e performative per aprire una riflessione sui nuovi linguaggi della creatività applicati alla valorizzazione dei territori.

Lucanum Realverso è stato presentato nella conferenza stampa del 23 dicembre scorso, tenutasi nel Palazzo della Cultura di Potenza e che ha visto la partecipazione dell’Assessore Stefania D’Ottavio, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Potenza, estremamente interessata e coinvolta nella realizzazione del Realverso in quanto consapevole che strumenti come questo rappresentino davvero il futuro e possano costituire una svolta per Potenza.

Diego Sinitò, IT Manager della iInformatica e coordinatore del progetto racconta: “Mettere in campo la tecnologia avanzata al servizio della valorizzazione turistica è per noi una soddisfazione immensa per il nostro team e ci gratifica per l’impegno profuso”.

Il momento più emozionante della serata lo si è vissuto durante l’attivazione delle installazioni, delle luci e degli spettacoli nella fontana ottagonale, nella facciata dell’episcopio e nella Cattedrale del largo Duomo di Potenza.  L’Attivazione è avvenuta mediante l’utilizzo di digital twin all’interno del Lucanum Realverso, il metaverso connesso al mondo reale, dove si valorizzano le città e i borghi del territorio, i suoi prodotti e le sue imprese, incentivando il turismo ed educando gli utenti allo sviluppo sostenibile. Un momento di innovazione e valorizzazione territoriale senza precedenti, che ha visto la realizzazione di un ambiente caratterizzato da digital twin collegati in real-time ad oggetti posizionati nei luoghi fisici del territorio con cui è stato possibile effettuare interazioni sfruttando le potenzialità dell’internet of things.

Nelle foto della serata si può ammirare la fontana ottagonale ed il duomo di Potenza, cattedrale di San Gerardo della Porta. Questi sono stati i due reali elementi protagonisti delle performance innescate dal Lucanum Realverso.

Alessandro D’Alcantara, concepteur della iInformatica e ideatore artistico delle rappresentazioni del Realverso commenta “Un vero onore vedere i luoghi rappresentati in 3D vivere in simbiosi con il luogo fisico grazie alla installazione artistica suggestiva di luci” e continua “una bellissima cornice per far brillare le potenzialità di arte e digitale”.

Un evento che ha riscosso un notevole interesse da parte della cittadinanza e dai sostenitori attivi di Lucanum, un progetto iniziato nel 2018 e che ha percorso un cammino di coinvolgimento attivo delle ProLoco, della popolazione locale e delle scuole del territorio. Con l’entrata nel metaverso di Lucanum è stato sancito un nuovo modo di valorizzare e promuovere la Lucania, anche attraverso l’innovazione tecnologica, ma sempre mirata al coinvolgimento in modo diretto delle comunità locali, le organizzazioni produttive, imprese profit e non profit e altri enti locali del territorio al fine di stimolare partnership e collaborazioni di interesse collettivo finalizzate a rivitalizzare il contesto socio-economico dei piccoli e grandi borghi della Basilicata.

“Siamo onorati, questa sera, di dar luce alla bellezza di un punto di interesse del nostro capoluogo tramite i digital twin del Realverso interconnessi con le installazioni fisiche, un esperimento tecnico-scientifico che consente di mostrare le potenzialità del metaverso scoprendo gli obiettivi dell’agenda Onu 2030” commenta Vito Santarcangelo, amministratore della iInformatica, azienda ideatrice del Realverso Lucanum.

Soddisfatto della riuscita dell’iniziativa visionaria anche Rocco Franciosa, presidente Ente Pro Loco Basilicata, che sottolinea “I partecipanti hanno avuto l’onore di vivere un momento di straordinaria tecnologia che mira ad  una valorizzazione innovativa del territorio per lo sviluppo turistico delle comunità lucane”.

L’esperimento scientifico del Realverso Lucanum con l’installazione dei digital twin di Piazza Duomo hanno visto, inoltre, l’impegno profuso di ulteriori brillanti risorse del team iInformatica nella persona di Michele Di Lecce, Davide Scintu, Alessandro Verderame, Fabio Stasi, Antonio Ruoto, Angelo Lamacchia, Angelo Romano, Sergio Vitullo e Giuseppe Oddo.

Hits: 2

Condividi subito la notizia