L’ACCADEMIA DELLA RURALITA’ SI RIUNISCE DOMANI A POLICORO

Domani Giovedì 16 dicembre, alle ore 10, si terrà nella Sala Consiliare della Città di Policoro, la Giornata di studio e riflessione sulla storia della politica agricola europea.

Dopo i saluti del Vice Sindaco, avv. Nicola Celano e di Giannino Lorusso Presidente CIA Potenza, ci sarà l’apertura dei lavori da parte di Rudy Marranchelli Vice Presidente Nazionale AGIA-CIA . La relazione sarà curata dal  prof. Franco Sotte – Dipartimento Scienze Economiche e Sociali Università Politecnica delle Marche, Le conclusioni dello storico Alfonso Pascale Presidente dell’Accademia della Ruralità. E’ previsto uno spazio relativamente ampio per il dibattito, molti accademici parteciperanno con un collegamento online.

“La giornata vuole ripercorrere le tappe per ricostruire le trasformazioni della Politica Agricola Comune (PAC) la cui forza di trasformazione è espressione della necessità di adeguarsi ai tempi. Negli anni del Trattato di Roma (1957), un’agricoltura ancora arretrata coinvolgeva nella produzione una grande quota di popolazione, prevalentemente povera. Al tempo stesso, uscendo dalla guerra, la sicurezza alimentare in termini quantitativi era obiettivo sociale e politico prioritario. Oggi il punto di vista occupazionale agricolo si è ridotto a qualche punto decimale. Ancor meno il settore pesa sotto il profilo economico. Ma il ruolo primario è rimasto fondamentale per le sue decisive interrelazioni con con variabili condizionanti la qualità dello sviluppo e il benessere economico e sociale: alimentazione, salute, ambiente, paesaggio, biodiversità, equilibrio idro-geologico, clima, territorio, patrimonio storico-culturale. La stessa Unione europea, d’altra parte, si è decisamente trasformata. Dagli originali sei Stati membri (SM) della Comunità europea si è passati a ventotto e più di recente a ventisette, dopo la Brexit. Allo stesso tempo, l’Unione si è data nuovi obiettivi. Da quelli dell’apertura del mercato interno e della sua protezione verso l’esterno, si è passati a quelli dello sviluppo sostenibile in un sistema globale in profonda evoluzione. La necessità di adeguarsi ai tempi è all’origine delle successive riforme della PAC e dell’integrazione del suo tradizionale ruolo settoriale con quello territoriale dello sviluppo rurale, parallelo alla politica regionale e di coesione europea. Al tempo stesso, alla PAC sono state assegnate finalità agro-ambientali. Più di recente, infine, si è fatta strada la proposta di inquadrare la PAC in una strategia di respiro ancora più ampio: quella del “Green Deal” e quella della strategia “Farm to Fork” e della “Strategia europea per la biodiversità”. Nella stessa direzione muove il programma “Next Generation EU”. È una sfida che implica nuovi consistenti cambiamenti negli obiettivi e negli strumenti della politica agricola” anticipa il Prof. Franco Sotte, ringraziando il Presidente Alfonso Pascale, sottolineando come l’Accademia per un giorno farà di Policoro un centro di studio nazionale sulle dinamiche europee. 

Sarà possibile accedere alla Sala Consiliare solo con super green pass. possibilità di collegamento online link: meet.google.com/zxr-ymyu-oup e di seguire in diretta Facebook dalla Pagina AGRISTORIE.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*