Comune di Marsicovetere: La Protezione civile trasferisce la sua sede nella cittadina di Villa d’Agri.

Marsicovetere, 07 Maggio 2021_Continua la collaborazione proficua tra il Comune di
Marsicovetere e la P.A. Protezione Civile Val d’Agri – aderente all’A.N.P.A.S. dal 2003 – che
lascerà la sua sede storica del centro direzionale di Barricelle, per trasferirsi nella cittadina di Villa
d’Agri. La nuova sede sarà l’ex centrale del latte, sita in via Nazionale. Nell’ambito dell’assise della
Giunta comunale del 27 aprile scorso è stata approvata, infatti, la concessione dell’immobile in
comodato d’uso gratuito, in seguito a diversi sopralluoghi effettuati dal personale tecnico del
Comune. La richiesta di affidamento di una nuova struttura era pervenuta nel gennaio scorso all’attenzione del sindaco Marco Zipparri e dell’Ufficio tecnico del Comune di Marsicovetere, con le finalità di una più ottimale gestione delle attività ordinarie, per l’ospitalità dei volontari del servizio di protezione civile, per la realizzazione futura di attività sociali e culturali e per offrire in un luogo più centrale i servizi connessi all’emergenza epidemiologica, che ancora persiste e che in questo particolare momento è una priorità. La struttura, dotata di un ampio spazio antistante, consentirà il ricovero del parco automezzi.
La concessione dell’immobile si ispira al Codice della protezione civile in vigore dal 2018, in base
al quale si individua nel servizio nazionale della protezione civile la pubblica utilità ed il bene
comune e si definiscono le attività portate avanti da essa – quali la previsione, la mitigazione dei
rischi e la gestione delle emergenze – di vitale importanza per un territorio. Nel Codice si evince,
altresì, che i Sindaci in qualità di autorità territoriali di protezione civile, così come i Presidenti
delle Regioni, fanno parte del servizio nazionale di protezione civile ed hanno funzioni specifiche,
come l’articolazione delle strutture organizzative preposte all’esercizio di esse e l’attribuzione alle
stesse strutture di personale adeguato e munito di specifiche professionalità.
Da aggiungere che, in questo periodo di particolare crisi sanitaria, le azioni della P.A. Protezione
Civile si sono rivelate indispensabili per le fasi di prevenzione del contagio da SARS-Cov-2, per le
urgenze di screening di massa dettate dalla pandemia, per l’assistenza al Comune nella gestione
delle fasi di maggiore crisi pandemica ed oggi per le diverse fasi di vaccinazione, indispensabili per il raggiungimento dell’immunità della popolazione e della ripartenza economica della cittadina lucana.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*