Didattica a distanza: anche a Gravina Scuole e Protezione Civile cooperano

Disposta la consegna a domicilio di Tablet e Pc agli studenti

Consegna di tablet e Pc acquistati dalle scuole con fondi del Ministero dell’Istruzione e dati in comodato d’uso ad alcune famiglie gravinesi per rendere più agevole l’avvicinamento degli studenti alla didattica a distanza, dettata dall’esigenza del momento.

È una delle attività coordinate e gestite dalla locale Protezione Civile, attraverso il Gruppo Comunale Volontari che, da qualche giorno, sta lavorando in raccordo con le Istituzioni Scolastiche, per fronteggiare le molteplici emergenze collegate alla pandemia che ha colpito anche il nostro territorio.

La richiesta di avviare un percorso di cooperazione era giunta nei giorni scorsi dai Dirigenti Scolastici, richiesta immediatamente sposata dal neo coordinatore del gruppo comunale volontari di Protezione M.llo Simone Lamuraglia che ha prontamente disposto l’impiego di uomini e mezzi per garantire il servizio nel più breve tempo possibile, per non distrarre risorse alle diverse attività tutt’ora in corso di svolgimento.

“I nostri volontari – ha dichiarato il M.llo Simone Lamuraglia, da qualche giorno sono impegnati nel fornire un utile supporto agli studenti gravinesi per garantire, nel miglior modo possibile, lo svolgimento della didattica a distanza. Nei prossimi giorni, sempre su indicazione dei Dirigenti Scolastici, proseguiranno le consegne disposte da altre scuole a favore dei loro studenti.”

Ad oggi, la Protezione Civile Comunale ha provveduto a consegnare 25 dispositivi informatici agli studenti dell’I.I.S.S. “V. Bachelet-G. Galilei”, 40 a quelli dell’Istituto Comprensivo “Santomasi-Scacchi” e 30 agli alunni dell’Istituto Comprensivo “Savio-Fiore”. Lunedì 20 aprile, riprenderà la distribuzione per gli studenti dell’Istituto Comprensivo “Nunzio Incannamorte”.

“Siamo in una fase molto delicata in cui i numeri del contagio iniziano ad essere in calo, questo non deve farci pensare di aver vinto la battaglia contro il virus, anzi proprio questo è il momento in cui non bisogna abbassare il livello di attenzione, evitando il più possibile errori che possano far ripartire il contagio con numeri più importanti, ha spiegato l’assessore alla Protezione Civile Claudia Stimola. Questa collaborazione con gli istituti scolastici, ci sta permettendo di non far spostare da casa i genitori. I devace vengono consegnati a domicilio, in totale sicurezza e nel rispetto di tutti i protocolli per il contenimento del contagio da COVID-19”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*