Maratea (PZ):I Carabinieri sanzionano otto persone che violano le misure imposte per mitigare gli effetti del “Coronavirus”.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Lagonegro (PZ), nell’ottica di esercitare una puntuale e solerte presenza su tutto il territorio di competenza attuando gli opportuni controlli circa il rispetto delle misure disposte dalle Autorità nazionali e locali, finalizzate ad impedire o quantomeno mitigare gli effetti da contagio del virus “Covid-19”, nel corso della mattina di ieri, in Contrada “Massa” della Perla del Tirreno, hanno notato la presenza di alcune persone le quali si muovevano in modo indisturbato all’interno di un residence del luogo, il cui cancello, chiuso, era assicurato da catena e lucchetto, di fatto non consentendone il libero accesso.

Insospettiti dall’evidenza e volendo approfondire le verifiche al riguardo, i Carabinieri si sono avvicinati per effettuare il controllo e stabilire quale fosse il motivo di detta presenza.

Nella circostanza, nel rilevare come le persone si trovassero raccolte tra di loro, hanno constatato che si trattava di operai intenti ad effettuare lavori attinenti la manutenzione degli immobili esistenti, operando, di fatto, in un vero e proprio cantiere edile.

Difatti, i lavoratori, al momento, stavano utilizzando arnesi comunemente impiegati nelle attività edili, insieme alla comune malte cementizie, disponendo di un’impalcatura che ne facilitasse le opere.

Sul luogo, oltre a sette operai, vi era anche un geometra, in qualità di direttore dei lavori, per cui i Carabinieri a conclusione degli accertamenti, hanno contestato a tutti gli otto soggetti altrettante sanzioni amministrative, in violazione delle norme afferenti il mancato rispetto delle misure di contenimento, atte a fronteggiare l’emergenza epidemiologica da “Coronavirus”.

E’ evidente, pertanto, quanto importante sia l’azione quotidiana che i Carabinieri del Comando Provinciale di Potenza stiano attuando in questi giorni in cui è ancor più avvertita la necessità di rispettare le regole imposte per riuscire a contenere un fenomeno così esteso che sta condizionando pesantemente la quotidianità nelle tante comunità locali.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*