Matera: Attività congiunta di Carabinieri, INPS e Direzione territoriale del Lavoro contro le truffe in agricoltura.

L’operazione odierna dei Carabinieri di Matera, coordinata dalla Autorità Giudiziaria della Città dei Sassi, che ha portato alla denuncia di oltre 500 persone, dell’area materana e metapontina, per truffa ai danni dell’INPS, è frutto della stretta collaborazione interstatuale, avviata da oltre un anno, tra i Carabinieri e gli Ispettori dell’INPS e della Direzione Territoriale del Lavoro, che, con specifici team, hanno monitorato le attività nel settore agricolo, al fine di prevenire e reprimere le truffe e contrastare ogni forma di caporalato in agricoltura. 

I controlli congiunti, che già in passato hanno consentito, d’intesa con la Procura di Matera, di debellare un sodalizio dedito al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori nei campi, hanno permesso in questi giorni di svelare un collaudato sistema truffaldino, individuando falsi braccianti agricoli che, attraverso fittizi rapporti di lavoro, hanno percepito per anni indebite indennità assistenziali di maternità e disoccupazione.

La task-force a tutela del comparto agricolo, che proseguirà l’attività di monitoraggio nelle aree del Vulture – Melfese, del Metapontino e della Val D’Agri, si avvale della determinante azione specialistica dei Carabinieri dei Nuclei Ispettorato del Lavoro di Potenza e Matera e del fondamentale apporto delle Stazioni Carabinieri presenti capillarmente sul territorio lucano, imprescindibili “sentinelle” contro ogni forma di illegalità, a tutela dei cittadini delle comunità della Basilicata.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*