IN RICORDO DI ANTONIO TATA …..

PISTICCI. Proprio di questi giorni, 12 anni fa, ci lasciava Antonio Venere, da tutti conosciuto come “Antonio Tata” , uno dei personaggi più conosciuti e amati dalla comunità pisticcese. Antonio, che seppure adulto , aveva conservato lo spirito innocente di un bambino, a causa di una febbre maligna nei primi anni di vita, è stato tante cose, ma soprattutto un grande camminatore  lungo tutte le strade e contrade del nostro territorio, sotto il sole feroce, la pioggia battente, e la neve ghiacciata, oltre ad essere il più assiduo frequentatore di funerali dei suoi concittadini. Non è un caso che sia morto “camminando”, perdendo la strada durante una delle sue escursioni nella natura, sotto un cielo di stelle, forse come sempre aveva sognato. E non è un caso che al suo funerale in quei giorni di Natale di tredici anni fa, ad onorarlo nel suo estremo viaggio, c’era tutta Pisticci, migliaia di persone commosse che improvvisamente  si accorgevano quanto forte ed incolmabile sarebbe stata l’assenza di Antonio Tata, al quale i suoi concittadini, anche a distanza di anni, continuano a dedicare convegni, tesi di laurea, opere musical, murales e, soprattutto ricordi e ricordi, carichi di affetto e nostalgia. La sera di sabato 28 dicembre, Antonio sarà ricordato con la celebrazione di una santa Messa nella chiesa di Sant’Antonio di piazza Umberto I°, officiata dal parroco don Michele Leone, con inizio alle ore 18,30. MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*