CONTROLLI POLIZIA DI STATO E POLIZIA LOCALE: SEQUESTRO PISTOLA, DROGA E VEICOLI. UN ARRESTO

Proseguono i controlli congiunti da parte della Polizia di Stato e della Polizia Locale – Città di Ginosa nell’ambito del progetto “Comunità Sicure”, finalizzati a migliorare la percezione della sicurezza urbana da parte del cittadino.

Nel pomeriggio di ieri 15 ottobre sono stati organizzati controlli stradali e amministrativi nei confronti di attività commerciali, per poi proseguire con accertamenti nei confronti di soggetti con pregiudizi penali.

Le unità operative hanno controllato l’abitazione di un pregiudicato del posto. Si è quindi proceduto alla perquisizione personale e domiciliare, al termine della quale è stata rinvenuta una pistola con caricatore e 5 cartucce.

L’arma “clandestina”, definita tale perché non inclusa nell’elenco nazionale delle armi comuni da sparo o reperiti tramite illeciti canali, era una pistola cal. 6,25 che inizialmente sparava cartucce a salve.

L’arma aveva la canna modificata, con congegni di scatto perfettamente funzionanti e pronta per essere utilizzata.

Il detentore della pistola è stato tratto in arresto e sottoposto agli arresti domiciliari. La pistola, il caricatore e le cartucce sono state sottoposte a sequestro penale.

A seguito di un successivo controllo due cittadini, sottoposti a perquisizione personale, sono stati trovati in possesso di stupefacenti (eroina e marijuana). I possessori sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per detenzione illegale di stupefacenti.

Infine, sono stati sottoposti a sequestro amministrativo quattro ciclomotori privi di targa e copertura assicurativa. Elevata una contestazione amministrativa ad un esercizio commerciale per 5.000,00 euro.

Il Sindaco di Ginosa Vito Parisi e l’Assessore alla Polizia Locale Nicola Piccenna ancora una volta hanno ribadito che la collaborazione interistituzionale tra Forze di Polizia e cittadino rappresentano la via maestra per mantenere e migliorare l’#ordine e la sicurezza pubblica.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*