Grande successo per le Giornate Fai di Primavera nella Provincia di Potenza

Si è conclusa con successo la 27esima edizione delle Giornate di Primavera del Fondo Ambiente Italiano che hanno visto la partecipazione di 15 Comuni della Delegazione di Potenza con 26 aperture.

A manifestazione conclusa si traccia il bilancio di questa due giorni: “Ancora una volta  – viene evidenziato in una nota  dalla Capo Delegazione FAI di Potenza, Lidia Pantone – si è riusciti nell’intento di suscitare l’interesse verso luoghi speciali della provincia di Potenza che hanno sorpreso i visitatori. Particolarmente apprezzato è stato l’itinerario artistico tra ‘800 e ‘900 presso la Pinacoteca Provinciale di Potenza, grazie ad una ricca esposizione di opere pittoriche, scultoree e fotografiche, nonché il prezioso contributo dei Professori Antonio Bixio e Giuseppe Potrandolfi dell’Unibas, che hanno reso il racconto di questo splendido scrigno d’arte e di architettura ancora più ricco di elementi poco conosciuti. Grande successo hanno riscontrato in particolare modo anche l’antica Filanda De Rosa a Laurenzana, rara testimonianza di archeologia industriale e il Castello di Monteserico e il Palazzo dell’Agli a Genzano di Lucania”.

Un grande risultato questo delle Giornate FAI raggiunto grazie alla collaborazione dei volontari FAI e degli Apprendisti Ciceroni delle scuole coinvolte che, indossati i panni di narratori d’eccezione, hanno raccontato ai numerosi visitatori il valore di questi beni, pubblici e privati, spesso poco conosciuti o poco valorizzati, a volte anche chiusi, ma custodi di straordinarie storie.

Nella nota inoltre viene evidenziato il contributo di tutti coloro che hanno reso possibile realizzare questo evento, che  si è confermato come una manifestazione capace di coinvolgere un elevato numero di persone interessate al patrimonio artistico e naturalistico, un incontro tra il FAI e la gente che è stata l’occasione per tutti di scoprirsi e riscoprirsi “tifosi” della propria terra e delle sue tante bellezze nascoste.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*