A Matera Protocollo d’intesa con Conai

Siglato questa mattina nel corso di una conferenza stampa l’Accordo “Green Jobs – Matera 2019” tra la Fondazione Matera-Basilicata 2019, il Comune di Matera, la Camera di Commercio della Basilicata, l’Università degli Studi della Basilicata e CONAI, il Consorzio Nazionale Imballaggi, per la diffusione e la crescita dell’economia circolare attraverso attività di formazione e informazione sul territorio.

Nell’ambito delle attività di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, partirà il 6 maggio un programma di percorsi formativi, rivolto ai giovani laureati under 35, che vogliano acquisire competenze tecniche e normative nella gestione e valorizzazione dei rifiuti.

Attraverso un bando di partecipazione, disponibile sul sito dell’Università www.unibas.it e sul sito di CONAI www.conai.org i laureati del ciclo triennale e magistrale di discipline tecnico-scientifiche potranno accedere gratuitamente, per un massimo di 80 partecipanti totali, al corso di 10 giorni “Gestire i rifiuti tra legge e tecnica” (6-10 maggio e 13-17 maggio) o ad un mini corso di 3 giorni “Gestione dei rifiuti – Regole attuative e nuovi orientamenti di settore” (27-29 maggio). Il programma dei corsi prevede un approfondimento sugli aspetti tecnologici, scientifici ed economici della gestione, trattamento, recupero e riciclo dei rifiuti con esperti del settore, tra cui i rappresentanti dei Consorzi per il riciclo degli imballaggi (acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro).
Sempre all’interno del nuovo campus universitario di Matera, il 14 giugno verrà organizzato un seminario tematico sulle riposte puntuali nella gestione dei rifiuti, rivolto, oltre che agli studenti, ad aziende e pubbliche amministrazioni della Regione Basilicata.

Secondo lo studio di Ambiente Italia, commissionato da CONAI e Consorzi di filiera, l’economia circolare in Italia oggi è un settore che dà lavoro a più di 575 mila persone e che vale 88 miliardi di fatturato. Un valore sostanzialmente equivalente a quello di tutto il settore energetico nazionale o di un settore industriale storico come quello dell’industria tessile e non molto distante dal valore aggiunto dell’agricoltura.

L’Accordo “Green Jobs – Matera 2019” si inserisce nel più ampio ambito del Protocollo d’Intesa siglato tra le città di Matera e Cortina e CONAI, per collaborare alla sostenibilità di due grandi eventi come Matera Capitale Europea della Cultura 2019 e i successivi Mondiali di Sci Alpino di Cortina 2021. Due occasioni fondamentali, in un percorso ideale che va da Sud a Nord, per favorire la promozione e la diffusione della cultura dello sviluppo sostenibile in territori dall’alto valore paesaggistico.

Le dichiarazioni dei promotori del progetto:

Raffaello De Ruggieri, Sindaco di Matera : “Le politiche di sostenibilità ambientale e di riciclo dei materiali usati consentono non solo di salvaguardare il paesaggio ma anche di aprire interessanti prospettive di sviluppo e di occupazione per il territorio. Per questo motivo aderiamo convintamente all’iniziativa Green Jobs del Conai che permette di rendere evidente che la conservazione del patrimonio ambientale della nostra comunità può essere la leva per la nascita di nuove imprese. Il futuro della città non potrà essere legato all’insediamento delle industrie pesanti ma a quello di industrie pensanti in cui identità e innovazione tecnologica costituiscono un binomio indissolubile. Il progetto che oggi presentiamo va in questa direzione e ha tutto il nostro sostegno”.

Giorgio Quagliuolo, Presidente di CONAI: “Questo progetto di formazione si inserisce nel quadro delle attività istituzionali di CONAI volte a favorire la diffusione di conoscenza e cultura legata al riciclo degli imballaggi. Tali attività costituiscono una leva importante per favorire la promozione e la crescita della occupazione nel nostro Paese. Il progetto Green Jobs concretizza l’impegno di CONAI verso lo sviluppo  di competenze per l’economia circolare e la creazione di una vera e propria società del riciclo”.

Salvatore Adduce, Presidente della Fondazione Matera Basilicata 2019: “Questa intesa con il Conai e con Cortina rafforza ulteriormente il tema della sostenibilità ambientale del programma culturale di Matera 2019 che era centrale nel dossier di candidatura ed è centrale oggi con le tantissime attività che stiamo organizzando. Con Cortina 2021, sede dei mondiali di sci, stiamo condividendo le migliori pratiche per rendere le nostre attività sempre più sostenibili sotto il profilo ambientale grazie anche alla collaborazione di un partner del calibro del Conai, ormai salito a bordo di Matera 2019 per accompagnarci fino alla fine dell’anno. Ricordo che già con le ultime edizioni di Materadio, la Festa di Rai Radio3, abbiamo iniziato ad adottare procedure di sostenibilità ambientale. Ora grazie a questa partnership rafforzeremo le nostre azioni in questa direzione. Basti pensare, ad esempio, proprio al progetto Gardentopia con cui apriremo domani, 21 marzo, la primavera di Matera 2019”.

Michele Somma, Presidente della Camera di Commercio della Basilicata: “Ogni anno l’economia mondiale consuma 93 miliardi di tonnellate di materie prime. Di queste, solo il 9% viene riutilizzato. Basta solo questo dato per comprendere come l’economia circolare possa incidere sulla sopravvivenza della specie umana. Puntare la nostra attenzione su questo settore trasversale significherà andare a scovare, raccontare e premiare i casi di eccellenza, ma anche incoraggiare i giovani a realizzare business in un comparto che sta contribuendo alla nascita di nuovi sbocchi occupazionali. Non a caso, oltre il 50% delle attività che seguono il sistema dell’economia circolare ha dichiarato di aver dovuto incrementare il proprio organico per far fronte alle nuove esigenze”.

Giuseppe Romaniello, Direttore Generale dell’Università degli Studi della Basilicata: “La partecipazione dell’Ateneo Lucano al progetto Green Jobs vuole rimarcare la valenza formativa dell’Iniziativa in un settore dove l’innovazione e la ricerca operativa sono elemento imprescindibile. Occasioni come questa, ha aggiunto, danno concretezza al quotidiano lavoro di docenti e ricercatori, chiamati a formare una generazione di tecnici e professionisti che dovranno operare per la tutela ambientale, in un settore in costante evoluzione tecnologica e normativa. La gestione dei rifiuti, dalla loro raccolta, al trattamento ed alla reimmissione nei cicli produttivi, se da un lato rappresenta una imperdibile occasione di lavoro ed economia, dall’altro non ammette improvvisazioni e dilettantismi. Si coglie infine l’occasione di ringraziare i docenti del corso che, ospitati presso il nuovo Campus Universitario di Matera, svolgeranno i seminari previsti dal corso.”

Valerio Giacobbi, CEO di Fondazione Cortina 2021 e “Fondazione Cortina 2021 e il Comune di Cortina sono da tempo impegnanti per rendere l’evento dei Mondiali di Sci Alpino del 2021 più sostenibile e attento dal punto di vista ambientale e sociale. È un’occasione unica che non guarda al Mondiale come punto di arrivo ma come punto di partenza, come laboratorio dove testare progetti di sostenibilità e nuove tecnologie e come cassa di risonanza per amplificare anche messaggi di tutela ambientale e cambiamenti negli stili di vita” Gianpietro Ghedina Sindaco del Comune di Cortina “Questo protocollo, fortemente voluto sia dal Comune che da Fondazione Cortina 2021, e la proficua collaborazione con Matera capitale della Cultura 2019 e CONAI sono importantissimi per continuare verso questi obiettivi, capitalizzando esperienze diverse e accrescendo la collaborazione tra territori”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*