Alla Grancia, la ballerina e coreografa lucana, Maria Anna Nole’

Sarà Maria Anna Nolè l’ospite domani ( ore 18), nel suggestivo Parco della Grancia di Brindisi di Montagna, dello spazio “il Bosco culturale”, curato da Nicola Manfredelli e Pino Aprile. La ballerina e coreografa lucana presenterà il suo libro “Balla Taranta mia, appunti di una Taranta contemporanea”, una documentata ricerca sulle origini del tarantismo, dagli studi scientifici alle ricerche etno-antropologiche di Ernesto De Martino. La tarantola è l’animale, fabuloso e immaginario che bisogna scacciare attraverso la musica suscitatrice di un ballo sfrenato che diventa, di conseguenza, liberazione e rigenerazione. Il volume, che vanta la prefazione di Eugenio Bennato e la postfazione di Walter De Stradis, offre anche, un’esauriente sintesi dei musicisti e degli orientamenti musicali che hanno trovato nel tarantismo la loro ispirazione. A termine della presentazione, i visitatori potranno assistere al più importante Cinespettacolo che sia mai stato realizzato sulla storia del Brigantaggio. Concepito per rappresentare in chiave moderna la dimensione sociale, culturale e storica della civiltà rurale, il Cinespettacolo “La Storia Bandita” con la collaborazione del maestro Carlo Rambaldi, vincitore di tre premi Oscar, e la regia di Victor Rambaldi, è prodotto dal Consorzio Eccellenze Turistiche Italiane (ETI) con il contributo della Regione Basilicata, del Comune di Brindisi Montagna e dell’Associazione di Volontari “Amici della Grancia”. Lo spettacolo di scena alla Grancia nasce con lo scopo di per far rivivere il fenomeno del Brigantaggio attraverso le ragioni e le storie dei vinti,

rileggere gli avvenimenti di una delle pagine più oscure e affascinanti della storia dell’Italia post-unitaria, mai del tutto compresa, con la scoperta del mondo rurale lucano, della sua identità e delle sue inconfondibili radici. Un successo che continua da diciotto anni forte di un riuscito connubio tra musical, cinema e teatro. Cinquecentomila gli spettatori che sino ad ora hanno assistito al Cinespettacolo che vanta 500 effetti pirotecnici, 400 fari teatrali e cinematografici, un impianto sonoro immersivo multitraccia con 12 sorgenti, proiezioni di grandi immagini sulla roccia e su schermo d’acqua, su una scena di 25 mila metri quadri, e con un’originale colonna sonora firmata da musicisti italiani come Lucio Dalla, Antonello Venditti, Eddy Napoli, impreziosita dalle voci di noti attori come Michele Placido, Orso Maria Guerrini, Paolo Ferrara, Lina Sastri. Mozzafiato anche le proiezioni sulla roccia di grandi immagini sulla roccia e su di un suggestivo schermo d’acqua.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*