Confcommercio: Fausto De Mare riconfermato Presidente. Nuova fase di impegni

Con la riconferma di Fausto De Mare a Presidente della Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Potenza l’organizzazione imprenditoriale avvia una nuova intensa fase di impegni. Rendere più efficiente l’intera struttura operativa e più efficace l’azione di rappresentanza dell’ organizzazione degli imprenditori del terziario attraverso un processo di regionalizzazione e semplificazione della struttura organizzativa, ridisegnando le funzioni di rappresentanza, implementando e potenziando i servizi per gli associati sono pertanto gli obiettivi che Confcommercio Imprese Italia Potenza intende perseguire, in attuazione del deliberato della Confederazione nazionale e degli organismi dirigenti provinciali, di intesa e in stretta sinergia con l’associazione provinciale di Matera preparandosi in vista dell’unificazione delle Camere di Commercio di Potenza e di Matera.

Sabato  scorso, nella sede dell’Associazione di Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Potenza, si sono svolte le elezioni per il rinnovo degli Organi Sociali, Presidente, Vice Presidente, Consiglio Direttivo, Collegio dei Probiviri e Collegio dei Revisori dei Conti, in un clima di serena e condivisa, vita associativa.

In precedenza, mercoledì 4 ottobre, si era riunita la Commissione Elettorale costituita dal Presidente, socio Michele Ditrani e dai due componenti, soci Dibuono Francesco e Iannielli Lucia, che assistita dal Notaio Dott. Angelo Pasquariello, ha constatato la ricezione a mezzo raccomandata di un’unica lista, candidato Presidente Fausto De Mare. Dopo aver verificato i requisiti da parte di ciascun candidato alle diverse cariche sociali, l’assenza di cause di incompatibilità di ognuno di essi e la regolarità contributiva degli stessi, il notaio ha redatto il relativo verbale.

L’Assemblea, convocata a norma dello statuto vigente è stata presieduta dal socio Marco Zipparri e dal socio Paolo Mancuso, in qualità di Segretario assembleare. Si è proceduto con la proclamazione degli eletti, votando l’unica lista pervenuta, candidato Presidente Fausto De Mare, che ha visto la partecipazione di tanti soci, provenienti dai diversi comuni della Provincia di Potenza.

Il neo eletto Presidente Fausto De Mare, nel suo intervento ha ringraziato tutti i soci ed i Consiglieri, per il lavoro svolto insieme negli ultimi cinque anni, particolarmente impegnativi, ma allo stesso tempo, nel presentare il documento programmatico a sostegno della propria candidatura, ha evidenziato che tanto altro c’è ancora da fare, soprattutto in questa fase di transizione, per la costituzione della Camera di Commercio Regionale di Basilicata, che vedrà l’Associazione di Confcommercio Potenza, direttamente interessata dagli adempimenti procedurali.

Il Presidente ha esortato tutti a “rimboccarsi le maniche” per affrontare con l’impegno e la passione di sempre, le sfide del futuro.

L’assemblea è stata l’occasione per guardare indietro e immaginare il futuro, per riflettere sulla storia della piccola e media impresa dei nostri territori e per ripensare alla “mission” che attende i gruppi dirigenti locali, “gelosi” dell’autonomia da istituzioni e politica ed “orgogliosi” dell’appartenenza alla storica confederazione dei titolari di attività di commercio, servizi, turismo.

Sono compiti – ha detto De Mare – che ci vedono impegnati a fare rete con le altre associazioni e confederazioni di categoria rilanciando il ruolo di rappresentanza, tutela, proposta e di progetti perché siamo consapevoli che nella situazione attuale nessuno potrebbe bastare a se stesso. Noi insistiamo: i titolari delle pmi lucane devono rafforzare ogni sforzo per valorizzare al massimo e subito le opportunità che si stanno presentando per indirizzare la regione e il Paese lungo un sentiero di crescita. Siamo inoltre convinti – ha continuato De Mare – che senza il sostegno attivo dell’imprenditoria locale la difesa dell’autonomia regionale e della nostra identità, che è basata sulla specifica ed originale cultura di impresa, solo a livello istituzionale e politico avrà meno possibilità di riuscita. Nello specifico, la regionalizzazione delle Camere di Commercio risponde all’esigenza di rafforzare la rete delle imprese lucane per reggere al meglio le sfide della competizione dei mercati.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*