Avviso pubblico del Mise per la sperimentazione a Matera della tecnologia 5G

il 6 aprile incontro-dibattito di Confapi Matera col Sottosegretario Antonello Giacomelli

 

Si terrà il prossimo 6 aprile, presso il salone della Camera di Commercio, un incontro-dibattito organizzato da Confapi Matera e dalla Sezione Unimatica sul tema della sperimentazione della tecnologia 5G nella città di Matera.

All’incontro parteciperanno l’on. Antonello Giacomelli, Sottosegretario di Stato al Ministero dello Sviluppo Economico, parlamentari lucani, rappresentanti del mondo accademico, della ricerca, della scuola, dell’impresa e dei lavoratori.

Il Sottosegretario Giacomelli è il promotore dell’avviso pubblico, pubblicato sul sito del Mise, relativo ai progetti per la sperimentazione del 5G, la tecnologia per reti mobili di quinta generazione che il Ministero intende sperimentare in cinque città italiane: l’area metropolitana di Milano, L’Aquila, Parma, Bari e Matera. Il tutto secondo l’indirizzo dell’Action Plan della Commissione europea che ha invitato gli Stati membri a individuare entro il 2018 almeno una città dove avviare la sperimentazione del 5G.

Per il presidente di Confapi Matera, Massimo De Salvo, “la tecnologia 5G, cioè di quinta generazione, è la tecnologia del futuro perché non solo permette prestazioni e velocità superiori a quelli dell’attuale tecnologia 4G, ma darà nuove possibilità di sviluppo al sistema produttivo locale perché consente di offrire servizi innovativi in grado di innescare nuove opportunità di business. Il bando quindi riguarda sia l’aspetto infrastrutturale che quello dei nuovi servizi, ed è aperto sia agli operatori delle telecomunicazioni che a università e centri di ricerca, con il coinvolgimento delle pmi locali”.

“Il bando si divide in tre lotti e il terzo comprende le città di Bari e Matera – precisa Angelo Donvito, presidente della Sezione Unimatica di Confapi -, quest’ultima scelta in quanto capitale europea della cultura 2019. Confapi Matera crede molto nelle potenzialità della tecnologia 5G di creare nuovi prodotti e servizi e auspica che il nutrito bacino di piccole e medie imprese locali in possesso delle competenze necessarie possa essere concretamente coinvolto”.

 

Matera, 24 marzo 2017

Confapi Matera

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*