Gravina in Puglia: Un protocollo d’intesa contro il lavoro abusivo

Nella foto, da sin.: l’assessore Sergio Varvara, il presidente del centro comunale Confartigianato Antonio Aquila, il presidente provinciale di Confartigianato Francesco Sgherza, il sindaco Alesio Valente, il presidente di Artigianfidi Puglia Michele Facchini.

Comune di Gravina e Confartigianato hanno sottoscritto un protocollo d’intesa  per contrastare il lavoro abusivo.

Il fenomeno delle attività in nero è notevolmente cresciuto negli ultimi anni,  anche a causa della perdurante crisi, aggravando la situazione delle imprese regolari chiamate a rispondere al fisco  per sé e per chi non paga le tasse.

Problema increscioso di cui Confartigianato si è fatta carico coinvolgendo in una campagna  a sostegno della  legalità le amministrazioni civiche e gli enti preposti ai controlli.

A Gravina, come ricordato dal coordinatore provinciale di Confartigianato Franco Bastiani, si sono aperte, nel 2016,  54 nuove aziende artigiane ma se ne sono chiuse molte altre e non tutte per raggiunta età pensionabile dei titolari: non poche, allora, le attività probabilmente finite nell’area dell’economia sommersa.

Compiacimento del sindaco Alesio Valente e dell’assessore Sergio Varvara per l’iniziativa che va incontro ai valori della giustizia sociale e fiscale, a difesa dei legittimi interessi delle imprese che operano osservando le norme e concorrendo ad un sano sviluppo della comunità locale.

Il sindaco non ha mancato di sottolineare l’importanza del ruolo che l’artigianato svolge a Gravina,   ricordando il contributo che le imprese hanno fornito con il loro impegno professionale nei piani di riqualificazione del centro storico

Ma Confartigianato, nelle parole del presidente provinciale Francesco Sgherza, non ha intenti persecutori; principale obiettivo è quello di recuperare alla legalità una parte del sommerso sostenendo le imprese che hanno esigenza di aiuti economici e di assistenza nella gestione degli adempimenti aziendali.

L’accesso al credito, nella generalità dei casi, è agevolato dalle garanzie, presso il sistema bancario,  di Artigianfidi Puglia, il confidi di Confartigianato, e il suo presidente, Michele Facchini, si è dichiarato disponibile ad incontri per illustrare nei dettagli le dinamiche che possono portare ad ottenere mutui  e ad effettuare investimenti.

Su proposta del presidente del centro comunale Confartigianato di Gravina Antonio Aquila, sono stati conferiti, a margine della manifestazione, diplomi di benemerenza  ai maestri artigiani: Giovanni Grassi, Maria Grazia Dibattista, Rino Lovecchio, Ignazio Lofrese, Leonardo Montemurro, Saverio Tarantino, Nicolantonio Bruno, Fedele Colonna, Vincenzo Fiormarino, Mauro Giannini, Michele Lapolla, Giuseppe Palermo, Michele Topputo.

Tessere di socio onorario di Confartigianato per il sindaco e per l’assessore.

Il protocollo è stato firmato dal sindaco Alesio Valente e dall’assessore Sergio Varvara per il comune e, per Confartigianato, dal presidente provinciale Francesco Sgherza e dal presidente del centro comunale Antonio Aquila.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*