COMUNE MATERA,CRISI POLITICA: DA DE RUGGIERI UNO SCATTO DI DIGNITÀ, DIMISSIONI SUBITO

La crisi politica dell’amministrazione De Ruggieri a Matera si sta manifestando in tutta la sua virulenza e attraverso  le modalità proprie della peggiore politica. Il consiglio comunale convocato per oggi per discutere l’ennesimo disastro finanziario, ha registrato l’assenza di quasi tutti i consiglieri della maggioranza. Il segnale è chiaro: l’armata Brancaleone non ha trovato la quadra e non vuole esporsi ai prevedibili attacchi dell’opposizione di centrosinistra. Così, di fronte all’assenza di ben 6 consiglieri dissidenti, il resto della maggioranza non ha avuto il coraggio di avviare la seduta e di confrontarsi con la minoranza. Il disastro annunciato si è materializzato oggi in tutta la sua drammaticità: il sindaco e qualche consigliere comunale hanno risposto in un’aula che si svuotava mentre si teneva l’appello. Matera e la Basilicata hanno perduto un anno e mezzo dietro l’illusione che una coalizione rabberciata e raccogliticcia, senza programma e senza politica potesse continuare il cammino che ha portato Matera sulla vetta europea. Una coalizione senza un numero civico, in balia di personaggi ambigui, senza scrupoli, con chiari sintomi di euforia e depressione che, a causa della interdizione dai pubblici e privati uffici pretendono di guidare la città dai sottoscala o dai tavolini dei bar di periferia. Personaggi che hanno prosperato solo grazie all’uso disinvolto di proprietà televisive che hanno prodotto un inquinamento dell’ambiente politico con la produzione di un civismo senz’anima portando la città in un vicolo cieco, senza uscita per il solo gusto di fare “ammuina”. Era già successo tra il 2007 e il 2009, e come se non fosse bastato, il copione si è puntualmente ripetuto. Il danno che è stato inflitto alla città e ai cittadini è incalcolabile. Questa situazione non è sopportabile neppure per un altro giorno. Oggi a De Ruggieri non resta che un’unica dignitosa soluzione: le dimissioni senza aspettare oltre.

Salvatore Adduce

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*