PROLOCO METAPONTO: Freccia Rossa Taranto – Roma. Richiesta fermata a Metaponto

Apprendiamo da fonti qualificate delle ferrovie dello Stato e del Dipartimento Trasporti della Regione Basilicata coordinato dall’assessore Nicola Benedetto, che, a partire dall’11 dicembre 2016, il treno Freccia Rossa assicurerà i collegamenti fra Taranto a Roma, proseguendo per Firenze, Bologna e Milano, dove arriverebbe intorno alle 15,30.

Apprendiamo, inoltre, che le ferrovie dello Stato avrebbero scelto la stazione FFSS di Ferrandina come unica fermata del treno superveloce Freccia Rossa, nella tratta Taranto – Potenza, per consentire ad un’apposita navetta di assicurare i collegamenti da e per Matera.

Facciamo osservare che la distanza da Matera alla stazione ferroviaria di Ferrandina è di 36 km, che si percorrono in 35 minuti.

La distanza daMatera alla stazione ferroviaria di Metaponto è di 48 km, che si percorrono su una strada scorrevole e sicura in 39 minuti.(fonte: https://distanzechilometriche.net)

Chiediamo al Ministro dei Trasporti ed all’assessore Nicola Benedettodi indicare la stazione di Metaponto come unica fermata fra Taranto e Potenza.

Fermata che andrebbe ad intercettare circa 600 mila – 690 mila utenti.

Una utenza importante che per la Regione Basilicata significa un minore contributo che dovrà erogare alle ferrovie dello Stato per il Freccia Rossa, stimato dall’assessore regionale Nicola Benedetto in circa 3 milioni di euro, al lordo degli introiti rivenienti dalla vendita dei biglietti.

Metaponto è infatti lo scalo a cui fa riferimento una popolazione di oltre 120 mila abitanti, che d’estate diventano 250 mila, considerando la presenza di spiagge molto rinomate ed affollate, di siti archeologici noti in tutto il mondo, ricadenti in maniera diffusa nei Comuni del versante jonico lucano, cosentino e tarantino; considerando anche i centri immediatamente a ridosso, che già utilizzano la stazione di Metaponto per raggiungere Roma con l’Intercity da e per Roma.

A questi numeri bisogna aggiungere anche l’utenza proveniente da Matera e dal suo immediato interland comprendente centri molto popolosi come Altamura, Gravina e Santeramo con altri 200 mila abitanti; mentre sul versante tarantino bisogna aggiungere gli altri 40 mila abitanti dei Comuni di Ginosa e Castellaneta

E poi i centri della Sibaritide con un bacino potenziale di circa 150 mila viaggiatori, cui vanno aggiunti altri 20 mila posti letti per un totale di oltre 200 mila utenti potenziali

Questi i Comuni che formano il naturale bacino di utenza del Freccia Rossa.

Sul versante jonico metapontinodella provincia di Matera e nell’immediato entroterra insistono i seguenti Comuni:

  1. Matera
  2. Bernalda + Metaponto + Lido di Metaponto
  3. Pisticci  + Marconia
  4. Scanzano
  5. Policoro
  6. Novasiri
  7. Montalbano
  8. Tursi
  9. Colobraro
  10. Rotondella.

Sul versante jonico tarantino (Ta)insistono i seguenti Comuni:

  1. Ginosa + Marina di Ginosa
  2. Laterza + Riva dei Tessali
  3. Castellaneta – Marina di Castellaneta

Sul versante jonico cosentino (Cs)insistono i seguenti Comuni:

  1. Rocca Imperiale
  2. Montegiordano
  3. Roseto Capo Spulico + Marina di Roseto
  4. Amendolara
  5. Trebisacce
  6. Villapiana + Villapiana lido

Sibari.

Metaponto è uno scalo ferroviario sull’asse Nord – Sud Italia, un crocevia strategico per i collegamenti da e per la Basilicata, da e per la Calabria jonica, da e per Taranto, Lecce e Brindisi.

Ci sono anche bus sostitutivi che fanno Taranto – Metaponto e Sibari – Metaponto.

La mancata fermata a Metaponto farebbe venire meno un indispensabile e moderno mezzo di comunicazione con il resto dell’Italia, danneggiando pesantemente l’economia turistica che ha fatto registrare un più 13 % rispetto agli anni precedenti e andrebbe a ledere gli interessi commerciali del settore agricolo e del turismo culturale in forte espansione, legato ai siti della Magna Grecia, da Taranto a Sibari, e conosciuti in tutto il mondo.

Settori che rappresentano il grande volano sociale ed economico del territorio lucano.

Ilterminal bus di Metaponto e la stazione ferroviaria di Metaponto sono serviti da due bar – ristoro e da un supermercato estivo. Si trova, inpltre,a 500 metri da un centro abitato con tutti i servizi pubblici essenziali, fra cui due medici, dove la sicurezza dei cittadini è assicurata dalle caserme della Polizia ferroviaria, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia municipale. Una catena di alberghi può assicurare l’ospitalità per i passeggeri in caso di calamità naturali o di emergenze ordinarie.

E per i tempi che corrono non è poco.

Inoltre, d’estate, a Metaponto, è funzionante anche un Distaccamento dei Vigili del Fuoco e la zona a ridosso della stazione ferroviaria è dotata di ampi gli spazi per l’atterraggio di elicotteri per eventuali interventi d’urgenza.

Ringraziamo per la particolare attenzione che il Ministro Graziano Delrio, l’Assessore Nicola Benedetto della Regione Basilicata, il Sindaco di Bernalda Domenico Tataranno, i Sindaci e le forze politiche dell’arco jonico metapontino, cosentino e tarantino vorranno porre sull’importante questione.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*