Satyagraha, Bolognetti: Per onorare la telefonata che ho ricevuto dal Quirinale sospendo lo sciopero della fame. Grazie Presidente.

Di Maurizio Bolognetti, Membro della Presidenza del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito.

Nel dire grazie al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha voluto onorami della sua attenzione, comunico che ho deciso di sospendere lo sciopero della fame che avevo iniziato alla mezzanotte del 9 ottobre. Grazie Presidente, ero certo di trovare e di incontrare il suo ascolto. Ero certo di potermi rivolgere a Lei con fiducia e di trovare le porte spalancate.

Per me, per noi militanti della nonviolenza ghandiana, che dialoghiamo e abbiamo dialogato in questi giorni usando il linguaggio dei nostri corpi; per noi che abbiamo a cuore il rispetto della Legge, della Costituzione, dello Stato di diritto, della legalità e della legalità costituzionale, il dialogo e l’ascolto da parte Sua, Presidente, si traduce in cibo, in nutrimento.

Signor Presidente, vive in noi ed è presente nel nostro agire la consapevolezza di quanto per anni ha ripetuto Marco Pannella: “la strage di diritto e di legalità ha per inevitabile corollario, nella storia, la strage di popoli” e, aggiungo io, anche di vite.

Occorre rimettere questo nostro Stato sul binario del legalità costituzionale; occorre affermare il rispetto dell’art. 27 della Costituzione; occorre che l’amministrazione della giustizia onori la Convenzione Europea dei diritti dell’Uomo e il dettato costituzionale.

Grazie Presidente, per me, per noi, le sue parole sono vita, nutrono la vita del diritto per la quale ci battiamo da sempre e che è scritta a lettere d’oro nel preambolo al nostro Statuto: “Il Partito Radicale proclama il diritto e la legge, diritto e legge anche politici del Partito Radicale, proclama nel loro rispetto la fonte insuperabile di legittimità delle istituzioni, proclama il dovere alla disobbedienza, alla non-collaborazione, alla obiezione di coscienza, alle supreme forme di lotta nonviolenta per la difesa, con la vita, della vita, del diritto, della legge”.

Grazie Presidente, grazie anche per l’attenzione che ha voluto prestare alle mie missive.

Grazie e Viva la Legge, La Costituzione, i diritti umani, lo Stato di diritto e l’einaudiano diritto a poter conoscere per deliberare.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*