AEROPORTO PISTICCI: IN 48 ORE CIRCA 103MILA PERSONE RAGGIUNTE CON FACEBOOK DOPO VOLO PER MEDJUGORJE

In 48 ore dal primo volo a medio raggio extraUe per Medjugorje (aeroporto Mostar) la pagina facebook dell’aeroporto di Pisticci ha raggiunto 102.930 persone con 35.420 interazioni e 82.352 che hanno visto almeno uno dei numerosi video inseriti. Il pubblico raggiunto corrisponde al 2600 per cento in più rispetto a prima del volo. Sono dati – commenta il Gruppo Winfly che gestisce l’Enrico Mattei – che testimoniano di un interesse e di una partecipazione che cresce in maniera esponenziale. Alcune decine di migliaia i post di stranieri interessati all’operatività dello scalo aeroportuale e di emigrati lucani all’estero, tutti che hanno chiesto informazioni con una domanda precisa su quando sarà possibile volare. Tra i tanti l’Associazione Lucani nel Mondo da Palazzo Italia Bucarest attraverso il presidente Giovanni Baldantoni ha comunicato di essere disponibile ad attivare azioni promozionali da e per i Balcani per favorire incoming di turisti ed anche l’attività di imprenditori lucani, calabresi e pugliesi nei Balcani e viceversa. Il Centro studi Turistici Thalia ha riferito dell’interesse manifestato da T.O. Italiani ed esteri per pacchetti di viaggio. Anche il Consorzio Turistico Alta Val d’Agri ha ribadito il sostegno ai programmi. Il volo per la_pista_mattei_vista_dall_altMedjugorje, che ha consentito ad un gruppo di ospiti del Centro A.I.A.S. di Melfi di effettuare il pellegrinaggio di fede nella località bosniaca,  a bordo di un aereo Mu Mitsubishi 300 della flotta Winfly messo a disposizione dalla stessa società di gestione della struttura aeroportuale e compagnia aerea, ha dunque avuto un effetto di risveglio dell’interesse per l’ aviosuperficie, attesa già da domani da azioni concrete per garantirne l’operatività. Al Gruppo Winfly non si nasconde la soddisfazione per l’obiettivo mediatico raggiunto che incoraggia a proseguire l’attuazione del progetto industriale per consentire l’impiego a Pisticci di aerei sino a 19 posti come step immediato agli aerei sino a 9 posti e per passare, con l’allungamento della pista e altri interventi infrastrutturali minimi, all’utilizzo degli Atr da un centinaio di passeggeri o da volo misto (passeggeri-cargo).Progetto industriale che prevede inoltre un utilizzo della struttura per ogni esigenza di mobilità aerea, oltre che di hub per servizi (eliambulanza, antincendio, protezione civile, monitoraggio ambientale, ecc. Come ha dichiarato l’ing. Alfredo Cestari, presidente Winfly in occasione del volo per Medjugorje, cominciano a vedersi i risultati di due anni di intenso lavoro oltre che di investimenti diretti, ben oltre a quelli richiesti dal capitolato d’appalto di gestione, perchè la struttura aeroportuale non da oggi è pronta e quindi perché non si perda altro tempo prezioso per avviare i voli sperimentali già in programma per Roma Ciampino e in generale per rendere operativo e funzionale l’Enrico Mattei.

1 Comment

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*