IL PARCO PRESENTA IN FIERA DEL LEVANTE IL SUO PROGETTO DI REALTA’ VIRTUALE

gravina

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia è protagonista di un nuovo evento nel programma dell’80^ Edizione della Fiera del Levante.

Mercoledì 14 settembre, a partire dalle 11,45, all’interno del padiglione 173, nello spazio dedicato alle aree protette della Regione Puglia sarà presentato nell’incontro “#Altamurgia 2.0, natura e paesaggi in realtà virtuale” il progetto  “Alta Murgia Immersive Experience”, finalizzato allo sviluppo di una esperienza digitale innovativa del Parco attraverso tecnologie immersive in realtà virtuale (V.R.) e realtà aumentata (A.R.).

All’incontro parteciperanno Cesare Veronico, Presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Fabio Modesti Direttore dell’Ente Parco e Roberto Carraro per Carraro Multimedia s.r.l.

Grazie a  visori di realtà virtuale  e ad altre soluzioni digitali, il visitatore del Parco vivrà in modo coinvolgente il patrimonio storico e naturalistico.  Il progetto parte da una innovativa campagna di shooting a 360° in tutto il territorio, utilizzando varie tipologie di ripresa. Partendo dalle immagini immersive, si  sviluppa una nuova forma di rappresentazione e narrazione, attraverso  inesplorate possibilità aperte dal linguaggio della Realtà Virtuale.

“Con questo progetto – dichiara il Presidente del Parco Cesare Veronico – il Parco fa un passo deciso verso il futuro, coniugando strumenti e linguaggi tecnologicamente all’avanguardia con  un patrimonio millenario che include beni  archeologici, paleontologici e culturali. Per la prima volta sarà possibile fare un viaggio immersivo e interattivo nel nostro Parco per un’esperienza che andrà oltre la semplice visione e che lascerà lo spettatore incantato”.

Il progetto è finanziato nell’ambito del S.A.C. “Alta Murgia – Tracce nella roccia”, finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito del P.O. FESR Puglia 2007- 2013 con la finalità di qualificare l’offerta turistica territoriali nell’ottica della rete integrata dei Beni Ambientali e culturali.

Il SAC Alta Murgia “tracce nella Roccia” vede l‘Ente Parco nel ruolo di capofila e si compone di un vasto partenariato pubblico e privato, tra cui 10 Amministrazioni comunali (Comuni di Altamura, Cassano delle Murge, Corato, Gravina di Puglia, Grumo Appula, Poggiorsini, Ruvo di Puglia, Sannicandro di Bari, Santeramo in Colle, Toritto), Enti pubblici nazionali del Settore, da soggetti gestori dei beni, oltre un centinaio di operatori profit e no-profit operanti nel campo turistico ambientale e culturale.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*