Rifiuti: lo sciopero slitta al 13 e 14 luglio

Gravina in Puglia, MunicipioCambiano le date dell’astensione dal lavoro dei dipendenti delle aziende d’igiene
L’invito del Comune a cittadini e commercianti: non depositare pattume e cartoni

Confermato, ma sposato in avanti di un paio di giorni. È stato fissato al 13 e 14 luglio lo sciopero che, indetto a livello nazionale, paralizzerà anche a Gravina, come nel resto d’Italia, non sarà effettuata la raccolta dei rifiuti solidi urbani. Inizialmente, per come comunicato dalla Prefettura e dalla società che in città gestisce il servizio, l’astensione dal lavoro era stata fissata all’11 e 12 luglio. Nella giornata di oggi, tuttavia, le organizzazioni sindacali del comparto di igiene ambientale – Fp-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Fiadel – hanno reso noto di aver optato per un differimento della protesta, spostata a mercoledì e giovedì prossimi, per tutti i turni nelle aziende pubbliche e private del settore igiene ambientale aderenti a Federambiente/Utilitalia, per protestare contro l’interruzione delle trattative per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro. Per analoghe ragioni i lavoratori del comparto avevano incrociato le braccia già il 30 maggio ed il 15 giugno scorsi.
A causa dello sciopero saranno possibili disagi e disservizi nello svolgimento diretto delle attività di raccolta dei rifiuti e spazzamento stradale. Saranno garantiti solo i servizi minimi essenziali. Cittadini e commercianti sono invitati alla collaborazione e ad evitare di depositare spazzatura e cartoni nei pressi dei cassonetti o comunque in strada, limitatamente alle sole giornate di mercoledì 13 luglio e giovedì 14 luglio, per ragioni di igiene e decoro.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*