OFFICINE PER LO SVILUPPO LOCALE. CONVEGNO SABATO 14 MAGGIO SUL TERZIARIO PROFEESSIONALIZZANTE

Si parlerà di nuovi scenari di sviluppo atraverso la formazione professionalizzante e di alleanza fra mondo della formazione e dell’impresa nel convegno del Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali laureati di Matera, Bari Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto in programma sabato 14 maggio, a partire dalle 9 a Casa Cava. L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività delle Officine per lo Sviluppo locale promosse dall’amministrazione comunale in vista del Piano strategico. “E’ essenziale definire un modello virtuoso di collaborazione e sviluppo della formazione professionalizzante, delle imprese e della ricerca – spiega l’assessore all’Innovazione e alla Pianificazione strategica – e per questo occorre un patto tra università, scuole, imprese e istituzioni partendo da una chiara identificazione delle competenze da sviluppare con una grande attenzione alle specializzazioni produttive del made in Italy”. Numerose le voci che si confronteranno nel corso del dibattito che affronterà il tema centrale, ovvero le aspettative del mercato e delle giovani generazioni in tema di occupazione. La disoccupazione consolidata intorno al 12% che, per i giovani, tocca livelli che salgono fino al 40%. Numeri che si aggiungono, drammaticamente, ai 14 milioni di italiani inattivi (persone né occupate e né in cerca di lavoro) nel solo 2015.
Esperti, studiosi, esponenti del mondo della scuola e delle istituzioni tracceranno lo stato dell’arte attorno al tema del convegno “Terziario professionalizzante. Nuovi scenari di sviluppo”, alla presenza dell’assessore comunale all’Innovazione e alla Pianificazione strategica Giovanni Schiuma, dell’assessore regionale alla Formazione, Raffaele Liberali, del Rettore dell’Università Aurelia Sole, del Presidente designato di Confindustria Basilicata. Le conclusioni saranno affidate al Sottosegretario al ministero Istruzione, Università e Ricerca, on. Angelo D’Onghia.

Commenta per primo

Rispondi