“TROPPO ALTI I PREZZI PRATICATI DA ENI ANCHE IN BASILICATA”

PARTECIPATA ASSEMBLEA DI GESTORI ENI PRESSO IL MUNICIPIO DI SCANZANO JONICO “TROPPO ALTI I PREZZI PRATICATI DA ENI ANCHE IN BASILICATA”. 

Nel pomeriggio del 22 marzo us si è svolta una partecipata assemblea di gestori di impianti carburanti a marchio ENI presso la sala consiliare del Comune di Scanzano Jonico (Matera) alla presenza del Segretario Generale Roberto Timpani e del Segretario Nazionale Alessandro Zavalloni e con la partecipazione delle Segreterie Regionali di Puglia e Basilicata. Con il coordinamento della Presidenza del Comitato di colore ENI di Basilicata. Molti argomenti all’ordine del giorno dell’assemblea anche in relazione al momento congiunturale particolarmente delicato attraversato dall’intera filiera della distribuzione carburanti. In particolare, desta preoccupazione il dato ampiamente riscontrato negli ultimi mesi dei “prezzi alla colonnina elevati e in particolare un sovrapprezzo medio di circa 12 centesimi euro/litro sia sulla benzina che sul gasolio in modalità servito rispetto alla modalità self”. Peraltro l’anomalia in parola è stato anche oggetto di una interrogazione parlamentare al Ministro dello Sviluppo Economico da parte dell’ On. Latronico del Gruppo Misto del 25 febbraio us che ha espressamente chiesto “quali iniziative il Ministero intende
adottare affinché i prezzi dei carburanti rispondano a criteri di equità e ragionevolezza, e in particolare ad ENI di comportamenti palesemente abnormi e del tutto ingiustificati verso i consumatori”. In tale luce i gestori ENI di Basilicata nel ribadire la assoluta estraneità dai processi
di formazione del prezzo alla pompa (proprio in quanto semplici gestori di impianti) esprimono il proprio rammarico in quanto proprio da noi in Basilicata il fenomeno assume particolare evidenza. Nel territorio che tanto dà al fabbisogno energetico nazionale con le estrazioni della Val D’Agri e di Tempa Rossa. In relazione a tanto i gestori ENI di Basilicata nel richiedere per l’ennesima volta un
tavolo di confronto all’Area Commerciale di pertinenza confermano il loro stato di agitazione.

IL SEGRETARIO 

FEGICA CISL BASILICATA
Gennaro CAPRIOLI

Commenta per primo

Rispondi