CASA DELLE CULTURE DOMANI A L’EVENTO PER FAVORIRE L’INCLUSIONE DEI NUCLEI FAMILIARI MIGRANTISULLE BUONE PRASSI

Condividi subito la notizia

Si terrà domani, venerdì 2 dicembre, dalle ore 9 alle 13.30, negli spazi di Casa delle Culture, in via Barisano da Trani, l’evento dal titolo “In un mare di differenze: buone prassi per favorire l’inclusione dei nuclei familiari con vissuto migratorio”.

Si tratta di un momento di riflessione organizzato dall’APS Mama Happy nell’ambito dell’avviso pubblico regionale “Norma di sostegno alle iniziative per la pace e per lo sviluppo delle relazioni tra i popoli del Mediterraneo” sulle buone prassi per favorire l’inclusione dei nuclei familiari con vissuto migratorio, con particolare riferimento alle famiglie con bambini molto piccoli (0-6 anni) provenienti dall’area del Mediterraneo.

Sarà un’occasione di confronto e dibattito multidisciplinare e socio-sanitario che vedrà il coinvolgimento dell’Ufficio regionale del Garante dei diritti dei minori, infanzia e adolescenza, del CROAS Puglia, del Comune di Bari e del Centro interdipartimentale di formazione e ricerca per l’accoglienza e la tutela di minori e famiglie (CIFORMEF) dell’Università degli studi di Bari.

In particolare l’assessora al Welfare Francesca Bottalico presenterà le buone prassi e i progetti in essere in favore dei nuclei familiari migranti, mentre l’assessora alle Politiche educative Paola Romano illustrerà le azioni messe in campo nell’area dei servizi educativi.

Nel corso della mattinata, inoltre, Giuseppe Del Grosso affronterà la tematica della presa in carico del nucleo familiare in un approccio transculturale e Pasquale Musso parlerà dell’importanza del progetto migratorio come sfida familiare.

L’accesso ai servizi sanitari, invece, sarà al centro dell’intervento di Simone Hardin, che presenterà l’esperienza dell’ufficio migranti del distretto unico di Bari per favorire e agevolare l’accesso ai servizi sanitari delle persone migranti.

Sempre con riferimento all’ambito sanitario, ma toccando la delicata e importante fase dei 1000 giorni di vita del bambino, l’ostetrica Michela Bardino della cooperativa Crinali di Milano affronterà l’aspetto della maternità durante la migrazione.

Alla  tavola rotonda in programma parteciperanno esponenti dell’associazione spagnola La Luciérnaga Vivencial, Clementina Tagliaferro della rete Barisocialbook, Paola Lupone di AIB Puglia oltre ai rappresentanti di alcune comunità del Mediterraneo (tra la quali l’associazione Le Aquile di Seta) che illustreranno le proprie iniziative per la promozione e la valorizzazione della lingua madre. Tra gli obiettivi dell’iniziativa, infatti, c’è anche quello di riportare esperienze di attività e interventi interculturali organizzati per favorire l’inclusione di famiglie e bambini in età prescolare a partire dal riconoscimento e dalla valorizzazione della lingua e della cultura di origine di ciascun Paese.

L’evento vuole essere un’occasione per gli operatori del settore per fornire strumenti utili a leggere in ottica transculturale le proprie modalità di intervento socio-assistenziale ed educativo nei confronti di minori e famiglie con background migratorio.

L’evento, gratuito, è accreditato dal CROAS Puglia.

Per info e prenotazioni al 388.9913437 o info@mamahappy.it.

Hits: 0

Condividi subito la notizia