Anche nella Regione Puglia diventa realtà l’Ente Pro Loco Italiane.

Condividi subito la notizia

Dopo la presentazione di EPLI Puglia avvenuta a maggio nella città di Foggia, il comitato pugliese prende forma con le elezioni del Presidente e del Consiglio Direttivo. “Il motto è #nuovomododifareproloco”, dice il neo eletto Presidente Oronzo Rifino, aggiungendo che “EPLI Puglia associa tutte le realtà del terzo settore, le associazioni culturali e turistiche e le associazioni ibride APS- ASD che svolgono attività sportive non agonistiche e attività nel Turismo Sportivo”.
Oronzo Rifino è stato eletto nell’assemblea generale delle associazioni aderenti che operano da Foggia a Lecce, unitamente ai consiglieri che formano il Consiglio Direttivo: Vito Losito vice Presidente, Domenico Digregorio Segretario (entrambi di Santeramo), Giuseppe Greco e Stefania Giorgio (Cassano Murge), Michele Fortunato (Conversano), Raffaele Bitetti (Lecce) consiglieri. Nominato anche Vito Aprile Responsabile Eventi e spettacoli (Foggia). L’Ente Pro Loco Puglia ETS, già iscritta al Registro Nazionale Terzo Settore, rappresenta un nuovo modo di fare Pro Loco offrendo agli associati servizi innovativi, servizio civile, polizze rct ed infortuni, sconto SIAE, convenzioni mobilita, hotel ed ospitalità, terme e benessere, musei e cultura, prodotti e tanti altri servizi utili.
Oronzo Rifino, da sempre immerso nel mondo associativo ed organizzatore di eventi e fiere, non si risparmia nel dire che “le pro loco rivestono un ruolo importante nel promuovere il territorio, sono un asset importante nella filiera turismo, quindi ben venga l’opportunità della Riforma del Terzo settore che ha dato la possibilità di avere diversi enti associativi nazionali; un onore ma anche un onore rappresentare le realtà locali con un processo innovativo, con giusto equilibrio, e in punta di piedi accogliere tutte quelle realtà che hanno a cuore la costruzione di un nuovo sistema di competenze e soprattutto di condivisione di valori umani”. EPLI Puglia non ha perso tempo e dopo gli eventi organizzati da Murgia Mediterranea APS di Santeramo, a settembre “Saporibus” con il patrocinio di EPLI, ha organizzato un ricco cartellone di eventi ed attività denominato “Sensazioni d’autunno”.
EPLI Puglia ha preso parte all’Assemblea Generale delle Pro Loco APS e non d’Italia, tenutasi a Pomezia (Roma) nei giorni 25 e 26 novembre 2022. Durante i lavori assembleari sono intervenuti gli esponenti politici on. Massimiliano Toma, Dirigente Segreteria nazionale FDI, senatore Enrico Borghi PD, senatrice Maria Nocco FDI), amministratori di Regioni (Francesca De Vito consigliera Regione Lazio, Giovanni Chessa assessore al Turismo Regione Sardegna) e di enti nazionali vari fra cui Ermete Realacci (Fondazione Symbola), Gabriele Nardini (Presidente AGCI Umbria), Marco Misischia (Presidente CNA Turismo), Antonio Montani (Presidente Naz. CAI Club Alpino Italia), Marco Bussone (Presidente UNICEM). Molti i temi trattati: “Verso un nuovo Localismo”; “Green Economy: una Pro Loco per la vita”; “Sistema federativo e cooperazione: Nuova sfida possibile?”; “PNRR e Reti di Impresa: strategie di sviluppo possibile nel turismo esperienziale”; “Montagna e antropismo tra tradizione ed innovazione”; “Gli Enti del Terzo Settore e le comunità montane: verso la rigenerazione turistica dei luoghi”; “Ruolo delle Pro Loco nella tutela della valorizzazione dei Piccoli Comuni”; “Moderna metodologia tra Polis e Pro Loco; EPLI Ente Pro Loco Italiane: #unnuovomododifareproloco”.
La Puglia era presente con una delegazione di rappresentanza che ha preso parte ai diversi tavoli tematici fra cui quello riguardante “Turismo esperienziale e Cammini” che era coordinato dal Presidente EPLI Puglia Oronzo Rifino. Gli altri tavoli hanno trattato: “Arte e Patrimonio”, “Enogastronomia e Imprese Sociali”, “Folclore e Tradizioni”, “Strategie comunicative”. Più volte è intervenuto Oronzo Rifino in qualità di Presidente EPLI Puglia per evidenziare che non solo le Pro Loco riconosciute svolgono attività di promozione turistica del proprio territorio, ma le APS che iscritte al RUNTS sono anch’esse riconosciute a farlo. Si è parlato, anche, del ruolo delle Regioni nel dover rivedere le proprie legislazioni in materia di loro competenza per dare ampio spazi nei comuni di diversa grandezza per numero di abitanti; impensabile che un comune di 1.000 abitanti abbia una Pro Loco riconosciuta e una città di 50.000 o di 100.000 abitanti abbia ugualmente una sola Pro Loco. Bisogna rivedere il tutto anche nel rispetto del D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117 Codice del Terzo settore che ha disciplinato tutto il mondo associativo, del volontariato, delle Imprese Sociali.
Nella seconda giornata del 26 novembre i lavori si sono concentrati sui servizi offerti alle Pro Loco che si affilieranno nell’anno 2023: una nuova EPLI Card, Polizza RCT ed Infortuni per i soci, EPLI Smart il gestionale di contabilità molti utile per le Pro Loco e per la trasmissione del bilancio al RUNTS, il Sevizio Civile Universale, Formazione e Progettazione, Sport e Sociale. Non sono mancati momenti di Promozione territoriale e di scambi dei doni fra le Regioni: la Puglia ha donato al Presidente Nazionale Dott. Pasquale Ciurleo una vaschetta di cartellate con vin cotto di fichi. Infine nel pomeriggio si è inaugurata la nuova sede nazionale in Roma in via Delle Milizie, dove si è tenuto anche il Consiglio Direttivo Nazionale, deliberando la Sardegna come prossima sede dell’Assemblea Nazionale 2023.

Hits: 0

Condividi subito la notizia