Stagione Teatrale, sabato 21 gennaio va in scena “La fine del mondo”

Condividi subito la notizia

Terzo appuntamento della Stagione Teatrale 2022/2023 Città di Martina Franca patrocinata dal Comune in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese. Sabato 21 gennaio al Teatro Verdi – sipario ore 21.00 – andrà in scena “La fine del mondo”, il nuovo spettacolo di Andrea Perroni, noto attore, comico, conduttore radiofonico. Insieme a Luca Barbarossa conduce il programma Radio2 Social Club, in onda su Radio 2.

La risata è ancora una certezza, unica speranza per esorcizzare il futuro. Questo il messaggio de “La fine del mondo”. Diversi studi sostengono che il cervello continui a funzionare per i successivi 15 minuti anche se il cuore si è fermato e ha smesso di battere. L’umanità sta vivendo questi ultimi 15 minuti e non se n’è ancora accorta. Siamo figli della paura, schiavi della tecnologia. Vorremmo salvare il pianeta ma in fondo non ce ne frega niente. Rimpiangiamo gli anni 90 ma stiamo meglio adesso. Ci piace parlare di fuga di cervelli ma difendiamo la pizza e suggestivi panorami della nostra bella Italia. Cosa sopravviverà a tutto questo?

“Proseguiamo la Stagione Teatrale Comunale con questo divertente appuntamento che vedrà sul palco del Teatro Verdi, Andrea Perroni fra i più esilaranti comici del panorama televisivo e teatrale italiano. Una serata – sottolinea l’assessore alle Attività Culturali, Carlo Dilonardo – che condurrà gli spettatori in un piacevole viaggio di analisi dei nostri vizi e delle nostre virtù attraverso la pungente ironia e la nota bravura di Andrea Perroni”.

TEATRO Verdi

Costo dei biglietti

Intero / ridotto

Platea o Tribuna “A” – € 30 | € 25

Palchi I ordine – € 24 | € 21

II Galleria – € 20

Ridotto speciale under 18 – € 12

PROMO OPENFIVE biglietti a 20 € in platea per gruppi di 5 persone (fino ad esaurimento dei posti disponibili)

INFO

Teatro Verdi

Piazza XX Settembre, 5

Martina Franca (TA)

Tel. 080.4805080

boxoffice@teatroverdi.eu

Fb Teatro Verdi Martina Franca

Hits: 11

Condividi subito la notizia