Festival di Potenza: 21esima edizione all’insegna di giovani talentuosi ed emozioni

Condividi subito la notizia

Le emozioni del quadro di teatro di “Finalmente Insieme” (regista Raffaele De Luca, il “giovane regista di Scampia”) con la “Malafemmena” e Pulcinella trasformati da simboli della napolitaneità folcloristica a quella del riscatto; le performance di voci decisamente fuori ogni canone musicale come quella di Giuseppe Di Sette; canzoni e interpretazioni fortemente originali come Enrico Costa (L’amore che resta); la nuova comicità di Antonio Fiorillo (accompagnato dal maestro Mariano Lieto); la capacità istrionica del direttore artistico Mario Bellitti che oltre all’attenta e scrupolosa selezione del cast passa con una facilità straordinaria dalle canzoni di Wess a quelle scritte direttamente all’interpretazione in perfetto portoghese di “Nossa Senhora” (Roberto  Carlos); la capacità di rielaborare la tradizione di musica etnica in suoni e messaggi universali come i giovanissimi di Sauro Folk. Sono solo alcuni degli ingredienti che hanno segnato il successo di gradimento del pubblico e degli operatori specializzati dello spettacolo della 21esima edizione del Festival di Potenza che, per il secondo anno consecutivo, si è svolto sabato scorso a Sasso di Castalda. Nella narrazione di quello che è un format unico che diventerà una produzione televisiva un ruolo specifico spetta a Paola Delli Colli che non è stata una semplice presentatrice ma ha tenuto insieme tutti i fili di tre ore e mezzo di Festival raccontando e spiegando i protagonisti e proposte non sempre di impatto immediato. Sul palco del Teatro Mariele Ventre – la storica direttrice del Coro dello Zecchino d’Oro di Bologna – si sono esibiti in 23 ciascuno con la proprietà identità (originale) musicale, artistica, con il risultato di una serata con tanti e differenti generi di spettacolo (dalla musica italiana al rap, all’etnico-popolare, ai cantautori, brani inediti) che rappresenta il format originale del Festival. Intanto la prima indicazione è che i giovani stanno crescendo per talentuosità e originalità: in cinque – Saverio Varone (tenore), Miryam Rossano (un’Amy Winehouse da voce possente), Ruben De Carlo, Marco Candileno, Giuseppe Baldari – tra i 17 e i 22 anni hanno dato prova di reggere bene l’impatto del grande spettacolo. Nella scaletta inoltre Mario Vattese, gli storici della canzone partenopea Pino (padre) e Enrico (figlio) Persico, Gabe (vincitore del Canzoniere Italiano), Cripton Magic The Mentalist, il cantastorie lucano Angelo Mecca, Teresa Laurita, Mister Bex, l’originale cabaret di Giampiero Ianneo e Giovanni Caso, Giancarlo Sensidoni. Al maestro Graziano Accinni il compito di accompagnare la recitazione delle poesie vincitrici del Festival Melodie alla Luca e successivamente insieme a Gianmarco Natalina proporre due canzoni tra le più popolari di Mango e Pino Daniele. All’interno del Festival si è svolto il Memorial Michele di Potenza con il direttore di Controsenso Walter De Stradis che ha spiegato l’iniziativa e una targa consegnata dal sindaco di Sasso Rocchino Nardo al figlio del pioniere del folk potentino, Massimo Mancino. Alla fine forse il riconoscimento più significativo è venuto dal patron dello storico Cantagiro, Enzo De Carlo, per il quale “nel panorama festivaliero italiano, è un modello originale e di successo” facendo i complimenti a Mario Bellitti. Al suo giudizio  si sono associati Paolo Fontana, presidente Asmea e Tullio Pizzorno, autore-compositore con una lunga e prestigiosa carriera di collaborazioni professionali tra le quali quella con Mina.   Per il direttore artistico Mario Bellitti una soddisfazione che è ancora maggiore perché il Festival è stato prodotto senza sostegni e contributi pubblici ma solo attraverso il proprio lavoro ed investimento.

  • Radio Laser - festival 21 2 1 - news matera potenza puglia basilicata
  • Radio Laser - bellitti - news matera potenza puglia basilicata
  • Radio Laser - festival 21 - news matera potenza puglia basilicata
Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*