Merra solleciti l’erogazione per il contributo ai cittadini coinvolti da emergenza abitativa

Condividi subito la notizia

È datata 10 ottobre 2022 una comunicazione dell’Ufficio Edilizia Pubblica, Sociale e OO.PP della Regione Basilicata con la quale lo stesso ufficio fa il punto sull’erogazione dei contributi alle famiglie sottoposte a sgombero nei comuni di Aliano, Castronuovo di Sant’Andrea, Irsina, Lagonegro, Lauria, Maratea, Pisticci e Pomarico.

Avevamo sollecitato un riscontro a seguito dell’annuncio dell’ Assessora Merra che a luglio 2022 comunicava lo stanziamento dei fondi necessari a sostenere le spese per la diversa collocazione residenziale dei nuclei di famiglie coinvolte da emergenza abitativa.

Sostanzialmente i contributi sono stati erogati per i soli comuni di Aliano, Castronuovo di Sant’Andrea, Lagonegro, Lauria  e Pomarico mentre per i restanti si attendevano dei documenti per procedere all’erogazione. Dal documento si evince anche che il Comune di Irsina ha inviato la documentazione richiesta in data 23 settembre e che si era in attesa di ricevere riscontri da Pisticci e Maratea.
Radio Laser - NpS903 l hOB70EFStcpVqo5DiJ2K FBSQ ZOd9CJq4T0Rhw7sx1hAjraTg9nCttpJQtxNC8x OeMWcqJXzbgVuFjl6pcnFG26QA685zxzkkrJP PplxmPCvwtbMEk9uO9DLT qvl7KYZ14Pa34OabyUFJ2bgf5nlyJKOUslsBVJrOiA6EUFTAEjO2 cJw - news matera potenza puglia basilicata

Purtroppo dobbiamo registrare le segnalazioni dei cittadini di Irsina, i quali hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni all’interno delle palazzine di Via Lamarmora, che lamentano il ritardo nell’erogazione di questo contributo. Una situazione antipatica per queste persone che, oltre a fronteggiare l’emergenza abitativa, devono fare i conti con le giustificazioni da dare ai proprietari delle case in cui vivono attualmente. 

L’Assessora Merra si faccia immediatamente portavoce di questa odiosa situazione, direttamente presso gli uffici responsabili, in maniera tale da sollecitare l’erogazione del contributo.

Gianni Perrino

Portavoce M5S Basilicata – Consiglio Regionale

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*