Ecco le nuove Sentinelle per l’Ambiente + VIDEO

Condividi subito la notizia

Progetto Kyma Ambiente-Comune di Taranto: nuovi percettori di reddito di cittadinanza per la sensibilizzazione sul corretto conferimento dei rifiuti

Taranto potenzia il suo impegno nei Progetti Utili alla Collettività, impiegando altri percettori di reddito di cittadinanza in attività di sensibilizzazione e informazione sulla raccolta differenziata. Dopo il primo ciclo di attività, iniziato lo scorso mese di marzo, la squadra delle «Sentinelle per l’Ambiente» verrà rinforzata con altre 50 unità. I beneficiari del programma, su segnalazione della direzione Servizi sociali del Comune di Taranto, saranno impiegati a partire dai prossimi giorni, per 16 ore settimanali, per la durata complessiva di un anno. Si rinnova il progetto di Kyma Ambiente e Comune di Taranto, con le «Sentinelle» già impiegate da mesi che saranno affiancate da nuovi percettori di reddito di cittadinanza.

Questa mattina in piazza Garibaldi la consegna del kit per le azioni da svolgere nei vari quartieri cittadini. Presenti il presidente di Kyma Ambiente Giampiero Mancarelli e diversi esponenti dell’amministrazione Melucci: l’assessore ai Servizi sociali Luana Riso, l’assessore all’Ambiente Laura Di Santo e l’assessore alla Polizia Locale Cosimo Ciraci.

I percettori, dopo un periodo di formazione, verranno impiegati in attività di supporto e divulgazione in tema di raccolta sostenibile. Tra i loro compiti, segnalare episodi di abbandono selvaggio di rifiuti o errato conferimento. Le segnalazioni verranno inoltrate agli ispettori ambientali di Kyma Ambiente che avvieranno i controlli e, se necessario, procederanno ad elevare sanzioni a chi non rispetta le regole. A tal proposito, nell’ambito della stretta sinergia tra Kyma Ambiente e Polizia Locale, sono previsti maggiori sopralluoghi nelle zone più bersagliate da episodi di inciviltà in tema di rifiuti e verranno inasprite le sanzioni per contrastare in maniera decisa illeciti e reati ambientali.

Il programma ribattezzato «Sentinelle per l’Ambiente» è stato realizzato grazie all’avviso pubblico emanato dal Comune di Taranto nel 2020 per i PUC: Progetti Utili alla Collettività. L’amministrazione Melucci aveva già intercettato la possibilità offerta dalla legge 26/2019 di sostenere progetti per il perseguimento di finalità di utilità sociale impiegando i percettori di reddito di cittadinanza. Accolto il progetto di Kyma Ambiente, partito nel marzo scorso e che oggi si potenzia ulteriormente.

I commenti. Giampiero Mancarelli, presidente Kyma Ambiente: «Vogliamo implementare la sensibilizzazione soprattutto in zona Borgo. Qui la raccolta differenziata non è buona e confidiamo anche nella funzione educativa delle Sentinelle. Inoltre aumenteremo la sinergia con la Polizia Locale per maggiori controlli e repressione per chi non rispetta le regole».

Luana Riso, assessore ai Servizi sociali: «I partecipanti al progetto svolgeranno un’azione utile alla collettività, a stretto contatto con i cittadini e con le attività commerciali. In questo modo saranno protagonisti di un’attività a beneficio di tutti».

Cosimo Ciraci, assessore alla Polizia Locale: «Garantiremo supporto e sostegno a questo progetto in sede di controlli e repressione se necessario. Facciamo appello al senso di responsabilità dei cittadini e chiediamo loro la massima collaborazione.»

Laura Di Santo, assessore all’Ambiente: «Da parte nostra il massimo impegno a tutela dell’igiene e del decoro della nostra città ed è fondamentale la collaborazione dei cittadini che verranno informati e riceveranno indicazioni utili da queste Sentinelle».

  • Radio Laser - Foto conf.stampa Sentinelle Ambiente 1 - news matera potenza puglia basilicata
  • Radio Laser - Foto conf.stampa Sentinelle Ambiente 1 - news matera potenza puglia basilicata
  • Radio Laser - Foto conf.stampa Sentinelle Ambiente 3 - news matera potenza puglia basilicata
Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*