MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI POTENZA CHRISTIAN GIORDANO ALL’ASSEMBLEA DEI LUCANI NEL MONDO

Condividi subito la notizia

“Gentilissimo Presidente della Commissione Regionale dei Lucani nel Mondo, amici lucani nel mondo ed in Italia.

Per una pura coincidenza di date, nei giorni in cui voi celebrate dopo tre anni l’assemblea regionale dei lucani nel Mondo in presenza, sono impegnato con la comunità di cui sono Sindaco, Vietri di Potenza, in una iniziativa di scambio e gemellaggio a Bellinzona in Svizzera con la comunità vietrese emigrata in quel Paese.

Una coincidenza che non mi esime dal trasmettervi il mio messaggio di saluto ufficiale che sarà anche sostanziato dalla partecipazione del nostro delegato alla CRLM, il consigliere Rocco Pappalardo, ai vostri lavori e che va esattamente nella direzione che avete indicato nel vostro programma.

Costruire cioè sempre più una comunità viva ed unita che, come ho avuto modo di ricordare in occasione della cerimonia di giuramento, faccia diventare il nostro territorio, i suoi abitanti, i suoi cittadini emigrati ma legati al proprio paese di origine, un luogo di incontro continuo e di speranza per la rinascita.

Passare cioè dalla dimensione della “Casadei100Comuni” alla “Casadelle100Comunità” che tengono vivo il luogo dove sono nati ma che contribuiscono a renderlo sempre più attrattivo.

 Rispetto alla questione Sud verso il 2030, nel rapporto presentato pochi mesi fa dal Governo Italiano,  c’è tutto un capitolo sulla necessità di costruire “un’alleanza tra chi è al Sud e chi dal Sud è andato via”.

Un passaggio dice «si è spesso evidenziato come la nuova emigrazione impoverisce il territorio di origine, non riservando nemmeno il prezioso contributo delle rimesse finanziarie, come accadeva in altre epoche storiche. Eppure, le nuove tecnologie digitali consentirebbero “ritorni” ancora più preziosi: le “rimesse di conoscenza”, le “rimesse di know how”».

E aggiungerei che è necessario se non indispensabile attivare best practices su questi temi di cui le istituzioni devono interessarsi, non perdendo nemmeno un giorno, nemmeno una occasione di ricostruzione della identità e di rigenerazione urbana.

Per questo, come Provincia, raccogliendo le sollecitazioni di Sindaci e Consiglieri comunali proveremo a dare corpo ad una iniziativa che unisca i settori della resilienza con quelli dello sviluppo culturale, attraverso lo scambio e l’incontro tra generazioni e soprattutto dando senso ad azioni che incrocino le opportunità che il PNRR ha messo in campo nei settori del Turismo di ritorno e del Turismo delle radici, da cui è indispensabile e necessario far scaturire tutte le azioni presenti e future.

Noi siamo pronti a fare la nostra parte nel segno della storia passata dell’emigrazione lucana e meridionale in particolare ma con lo sguardo proiettato nel futuro in difesa delle nuove generazioni.

Buon lavoro”.

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*