Pisticci. Concessione demaniale marittima Aprimar s.r.l., il comune ha chiesto urgente un tavolo tecnico-politico.

Condividi subito la notizia

E’ pervenuta dalla Regione Basilicata la richiesta di avviso di pubblicazione della concessione demaniale marittima in favore della società Aprimar s.r.l. di Corigliano Calabro, di un’area nello specchio di mare antistante il litorale del Comune di Pisticci per realizzare un impianto di molluschicoltura.

In merito all’intervento, l’Amministrazione Comunale di Pisticci, al fine di salvaguardare gli interessi degli operatori turistici, commerciali e della pesca che operano nell’area interessata, nonché la tipicità floro-faunistica dell’ambiente marino, a metà luglio 2022 ha richiesto alla Regione Basilicata la convocazione urgente di un tavolo tecnico-politico.

Nonostante la richiesta sia stata reiterata anche alla Commissione Attività Produttive, nessun riscontro è mai pervenuto..

L’Amministrazione, seppur sia sempre aperta verso nuove attività imprenditoriali che vogliano investire nel territorio comunale, non può prescindere da una valutazione di merito a tutela del rispetto dell’ecosistema e delle attività produttive già esistenti..

L’Amministrazione ritiene che l’installazione dell’impianto di molluschicoltura, nella prevista ubicazione progettuale, potrebbe creare danni ambientali ed economici, pertanto vuole sollecitare tutti i soggetti coinvolti, la Regione Basilicata in primis, ad una approfondita valutazione di tutti gli effetti, diretti ed indiretti che potrebbero essere innescati da tale attività.

Con queste premesse, per lunedì 12 settembre è stato convocato un incontro tra l’Amministrazione e gli operatori balneari, la cooperativa di pescatori e la società che gestisce il porto al fine di predisporre un piano di intervento per valutare l’impatto, anche solo eventuale, futuro o potenziale che lo stesso impianto possa avere sul territorio interessato e al fine di presentare alla Regione le opportune osservazioni.

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*