IL 3 E 4 SETTEMBRE A RUFFANO DUE GIORNI DI EVENTI “INFUOCATI” CON LA IX EDIZIONE DI  “MARU, IL PEPERONCINO IN FESTA”.L’EVENTO PRESENTATO OGGI A PALAZZO ADORNO

Condividi subito la notizia

Convegni, peperoncini dal mondo, gare di resistenza al piccante, degustazioni di specialità locali, musica, teatro, enogastronomia e tanto altro ancora. 

Ritorna sabato 3 e domenica 4 settembre, a Ruffano, “Maru, Il peperoncino in festa”, l’appuntamento più piccante dell’estate salentina, giunto alla sua nona  edizione. In un’atmosfera con dettagli d’altri tempi, luminarie e decorazioni a tema, all’interno di frantoi ipogei e casette di uno dei più bei centri storici del Salento, si potrà ammirare una ricca  esposizione di piante di  peperoncini  provenienti da tutto il mondo, assistere a spettacoli musicali e teatrali per le vie e le corti del paese, assaggiare specialità locali presso gli stand “ infuocati “ del mercatino.

L’evento è stato presentato questa mattina a Palazzo Adorno, a Lecce, da  Francesco De Vitis, consigliere provinciale e vice sindaco di Ruffano, Marco Nicolì, presidente dell’associazione “Made in Soap”, Paolo Giorgio Manco, tecnologo alimentare, Rita Accogli, di Orto Botanico Università del Salento e Gabriele Cacciatore, consigliere comunale di Ruffano e operatore culturale.

La IX edizione di “Maru, il peperoncino in festa”, è organizzato dall’associazione “Made in Soap”, in collaborazione con l’Associazione Idee in Movimento, Accademia Italiana del Peperoncino, Associazione La Scatola di Latta, Università del Salento, Orto Botanico e delle varietà orticole del Salento, Nover Ruffano, PAT Lacciu te Turre, Associazione ODV Kairòs, Associazione Viviruffano.it, Pamela Maglie, Next Eu, Associazione Diciottesimo Meridiano, Libreria Marescritto. La manifestazione, gode, inoltre del patrocinio della Provincia di Lecce e del Comune di Ruffano.

La due giorni di eventi sarà preceduta venerdì 2 settembre dal convegno sul tema “Dialoghi di maru – Le comunità e i territori oltre la pandemia”. L’evento si svolgerà alla presenza degli organizzatori, le associazioni Made in Soap e Idee in Movimento, Rita Accogli funzionario tecnico presso l’Orto Botanico dell’Università del Salento, Marco Sponziello, presidente dell’Associazione Next Eu e direttore editoriale della rivista collegata “Next Eu Magazine”, Roberto Molentino, operatore culturale, Gianluca Palma dell’associazione “La Scatola di Latta” e Francesco De Vitis, consigliere provinciale e vice sindaco del Comune di Ruffano, nonché promotore dell’inserimento del “Lacciu te Turre”, o sedano di Torrepaduli nei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT), che quest’anno avrà un posto d’onore all’interno della festa. 

In passato, a metà agosto, in occasione dei festeggiamenti in onore di San Rocco, era comune trovare banchetti per la vendita del sedano di Torrepduli. Questa popolazione di sedano si contraddistingue per la colorazione più chiara delle “coste” (favorita dall’alta densità di semina) e, come le altre varietà di sedano, per l’alta richiesta di acqua. Ciò nonostante, proprio per le caratteristiche pedoclimatiche del comprensorio, anche il giorno di San Rocco (in piena estate) questa varietà di sedano veniva raccolta e  venduta. Contrada Torrepaduli ricade nell’area dei “Paduli”, contrada molto estesa che, oltre al comune di Ruffano, interessa Supersano, Nociglia, Miggiano e Montesano.

Ricco il programma delle due due serate di “Maru”: sabato 3 settembre, la musica itinerante della Misto Band – Street Band darà il via alla festa. Presso la Chiesa dell’Annunziata (Piazzetta Giangreco), aperitivo musicale con i Koiné Musicanti delle Corti e, a seguire, incontro d’autore con Francesco Maria Spanò, accademico e ambasciatore dell’Accademia del Peperoncino, coautore insieme a Erminia Gerini Tricarico, e Massimo Lopez di VIP Very Important Peperoncino: Crea “dipendenza” che fa bene alla salute. La serata sarà introdotta da Gabriele Cacciatore, delegato Arte e Tutela beni architettonici e culturali del Comune di Ruffano; a dialogare  con l’autore Roberto Molentino, operatore culturale, Lorena D’Urso, biologa nutrizionista, Gianluca Palma, de La Scatola di Latta. Musica popolare d’autore e cantautorato con Adriana Polo e lo spettacolo Cantu e Cuntu: concerto in trio di rivisitazione dei canti popolari di Rosa Balistreri, con Ivano Lia al cajon e Stefania Polo ai controcanti. Per le piazzette del centro storico si esibirà, inoltre, il violino di Antonio Bellucci. Concluderà la serata il concerto dei Dakkamà (Giacomo Filippo Casciaro, Angelo Surdo, Federico De Pascali, Riccardo Notarpietro, Riccardo Luchena, Alessandro Pezzulla).

Domenica 4 settembre il violino di Antonio Bellucci tornerà a deliziare i visitatori nelle piazzette del centro storico. L’aperitivo musicale in Piazzetta Giangreco, con i Koinè, Musicanti delle Corti aprirà un incontro con Dario Vista, biologo nutrizionista e tecnologo alimentare, divulgatore scientifico da sempre in prima linea nella difesa del cittadino consumatore con le inchieste mensili su “Il Salvagente” e in varie trasmissioni televisive su reti nazionali. Ad introdurre la serata Gabriele Cacciatore, delegato Arte e Tutela beni Architettonici e Culturali del Comune di Ruffano. A dialogare con l’autore Francesco De Vitis, consigliere provinciale e vice sindaco di Ruffano,  Paolo Manco, tecnologo alimentare e tra gli organizzatori di Maru, Lorena D’Urso, biologa nutrizionista. 

Come da tradizione a “Maru- Il peperoncino in festa”, il clou della serata della domenica è l’attesissima gara di resistenza al piccante, durante la quale dovranno “assaggiare”, in ordine di piccantezza, i peperoncini più piccanti del mondo: dal locale “Varda’ncelu” alle varietà più esotiche e “ indiavolate” della scala Scoville. 

A salutare la festa, le magiche sonorità di Coro a Coro, un coro di circa 40 donne, ideato e diretto da Rachele Andrioli. Un coro che vuole favorire il concetto di genere e la multiculturalità attraversando musiche popolari e d’autore dal mondo, scoprendo la forza terapeutica del canto.

Durante la manifestazione, inoltre, sarà possibile compiere delle visite guidate ai principali beni culturali del centro storico di Ruffano, a cura di Stefano Tanisi e InfoPoint Torrepaduli Ruffano

Lecce, 24 agosto 2022

Radio Laser - Locandina Maru Ruffano 1 - news matera potenza puglia basilicata
Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*