Eventi calamitosi, Merra: sostegni per le famiglie sgomberate

Condividi subito la notizia

“Per rispondere al disagio degli sgomberati, a causa di eventi calamitosi e imprevedibili, abbiamo stanziato i fondi necessari a sostenere le spese per la diversa collocazione residenziale dei nuclei di famiglie coinvolti, garantendo la permanenza nel loro territorio”.

Lo ha dichiarato l’assessore regionale alle infrastrutture, Donatella Merra, a margine dell’ultima seduta di Giunta nella quale è stato approvato il provvedimento di variazione di bilancio che prevede le risorse necessarie a soddisfare il sostegno agli affitti a favore dei cittadini i quali sono stati oggetto di ordinanza di sgombero.

“Nei giorni scorsi, con una nota ai Sindaci, – ha sottolineato Merra – ho assunto l’impegno di risolvere la questione degli sgomberati individuando e rendendo disponibili gli stanziamenti necessari, così è stato, infatti ho mantenuto immediatamente la parola data, senza temporeggiare oltre”.

I Comuni interessati dal contributo economico, che potrà essere ora erogato in tempi rapidi, sono: Aliano, Castronuovo di Sant’Andrea, Irsina, Lagonegro, Lauria, Maratea, Pisticci e Pomarico.

Ringrazio l’Ufficio Edilizia – ha proseguito l’Assessore – per aver lavorato intensamente all’individuazione dei fondi per porre rimedio a una situazione di grave disagio per i cittadini temporaneamente privati della stabilità abitativa, a causa di eventi emergenziali, le cui difficoltà vengono peraltro aggravate dal complicato contesto economico di questo periodo.

Ringrazio per la collaborazione anche i Sindaci dei Comuni che si sono fatti latori delle istanze dei loro concittadini e che hanno perorato l’intervento regionale, considerato il periodo di sofferenza generalizzato che sta incidendo pesantemente sui settori più fragili della nostra comunità.

“Stiamo affrontando il disagio abitativo con un impegno a 360° – ha concluso l’assessore Donatella Merra – attraverso numerose iniziative, a partire da quelle sulla prima casa, grazie alle quali riusciremo a intercettare i bisogni di quegli strati sociali che, attualmente, richiedono soluzioni adeguate e concrete”.

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*