RANDAGISMO, GINOSA: AL VIA FASE OPERATIVA DEL PROGETTO “ZERO CANI IN CANILE”

Condividi subito la notizia

 

Si è svolto nei giorni scorsi presso la Sala Consiliare del Comune di Ginosa l’incontro operativo per l’avvio del progetto “Zero cani in canile”, fortemente voluto dal Sindaco Vito Parisi e dalla Consigliera con Delega al Randagismo Marianna Difonzo che ha coordinato i lavori. 

Alla presenza del Responsabile di settore, Polizia Locale, Carabinieri, Guardie Zoofile e Associazioni animaliste, è stata fatta formazione e la programmazione degli interventi per l’avvio del progetto. 

Presenti anche la dott.ssa Francesca Toto, ideatrice del progetto, e l’Ispettore Capo Danilo Forte, in  rappresentanza  del N.O.T.A. (Nucleo Operativo Tutela Animale) della Polizia locale di Vieste, città dove il progetto è nato e che permette di far risparmiare al Comune ben 250mila euro annui. 

<<Dopo la riunione del tavolo tecnico di coordinamento per la lotta al randagismo e all’illegalità nel settore degli animali svoltasi a maggio, entriamo nella programmazione del progetto “Zero Cani in Canile’’ – spiega l’Amministrazione – i prossimi step per la sua attuazione prevedono incontri con le associazioni di categoria, mappatura e sterilizzazione  settimanale dei cani delle aree rurali  e dei randagi in genere, campagne informative sulla corretta gestione degli animali, controlli in aree urbane sui chip e sulla corretta detenzione degli animali, coinvolgimento dei servizi sociali per le situazioni di “animal hoarding”, formazione volontari e docenti per la campagna educativa nelle scuole “Confido in Te” per l’ anno scolastico 2022/23, iniziative per favorire l’adozione dei cani e lo sviluppo turistico della città nell’ottica Animal Friendly.

I risultati saranno costantemente monitorati, al fine di rendere il progetto sempre più efficace>>.

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*