MERRA: EVANESCENZA DEI SINDACATI DA PALCOSCENICO

Condividi subito la notizia

“È triste constatare come quella che doveva essere la missione della triplice si traduca, per soprammercato, purtroppo in una bieca propaganda politica. Gli attacchi personali sono l’inutile scorciatoia perseguita da chi ignora i fatti e non vuole stare ai fatti, con l’unico intento di alzare polveroni per celare la propria confusione mentale. Questa è la vera evanescenza, al di là di polemiche pretestuose che seguono l’andamento altalenante degli interessi di bottega e di quelli meramente personalistici. Ho sempre tenuto un filo diretto di comunicazione con la comunità materana, tanto a livello istituzionale che economico-produttivo; su questo e su altri percorsi mai ho trascurato l’apporto fondamentale della rappresentanza sindacale. Dal confronto con i soggetti pubblici e privati sono emerse proposte concrete in linea con le istanze del territorio e con le opportunità offerte dalla situazione storica. Mi sono impegnata con i sindaci e gli altri attori locali per trovare soluzioni concrete al fine di migliorare fruizione ed accessibilità dei luoghi, tanto su ferro che su gomma: a noi l’arduo compito di vincere il vizio storico dell’arretratezza di visione, mentre gli organismi sindacali, poco inclini all’ascolto e alla propositività su questioni così strategiche e vitali, sprecano tempo e risorse per attaccarmi o per intentare processi alle intenzioni. Dite se questa non è evanescenza o ancor peggio una caccia ai fantasmi.

Se riusciremo a lavorare con serenità sicuramente raggiungeremo tutti gli obiettivi previsti. L’avvio dei lavori sulla strada statale 7 nel tratto Matera Ferrandina, per il 2023, è uno di questi; la realizzazione delle quattro corsie del cosiddetto by pass di Matera non è semplicemente una promessa al vento è la nostra volontà primaria espressa e documentabile nelle più alte sedi. Gli interventi ferroviari su Matera e provincia, su cui nessuno ha creduto almeno certamente nell’ultimo quarto di secolo, al punto da ignorarlo nelle proprie programmazioni decennali, sono per noi una priorità assoluta, tradotta finalmente e formalmente nella realtà degli atti. Il presente è influenzato dal passato quanto dal futuro, certamente non possiamo cambiare ciò che è stato ma si può e si deve essere costruttivi adesso per dare a Matera e all’intera Regione l’orizzonte che meritano”.

È quanto dichiara l’assessore alle infrastrutture e mobilità, Donatella Merra.

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*