Ordinanza sindacale sulle guide e adescatori abusivi, per un turismo di qualità.

Condividi subito la notizia

Con Ordinanza Sindacale n. 292/2022 del 11/07/2022, si è concluso un lungo lavoro di confronto per un atto atteso da tempo, in sostituzione di un’ordinanza sindacale vetusta e anacronistica sulle guide turistiche, antecedente al 2019. L’ordinanza non è una semplice imposizione sindacale, ma è il frutto di un percorso che parte dal patto e-Matera sottoscritto tra tutti gli operatori, nel cui art. 3 si parla di lotta all’abusivismo, con “iniziative e azioni necessarie per arginare il fenomeno dell’abusivismo in generale, che si configurano come una concorrenza sleale per gli operatori che agiscono nel rispetto delle regole”. Infatti l’ordinanza proviene proprio dalla consapevolezza della presenza di tanti operatori e guide turistiche che operano per la maggior parte dei casi nel pieno rispetto non solo delle norme ma anche del buon senso, attraverso la professionalità e il garbo. E’ grazie a tutti gli operatori, e quindi anche alle guide turistiche autorizzate, alla loro competenza e professionalità che abbiamo ricevuto il riconoscimento di città più accogliente al mondo, ora va mantenuta alta questa reputazione puntando sulla massima qualità possibile. L’ordinanza è il frutto anche di numerosi e proficui momenti di confronto, in prefettura con il comitato sull’ordine pubblico e il tavolo con gli operatori, uno in particolare aperto, quello del 18 marzo presso Mulino Alvino che ha espresso in maniera unanime l’esigenza delle guide e delle agenzie di contrastare il fenomeno dell’abusivismo. 

Non è soltanto una questione di rispetto delle norme e di atteggiamento aggressivo nei confronti del turista, l’ordinanza intende tutelare anche una narrazione vera, puntuale e precisa nei confronti dei viaggiatori. E’ necessario evitare di trasmettere falsità a chi viene a visitare una delle città più antiche al mondo, con ricostruzioni a volte fantastiche o folcloristiche. Solo chi ha seguito un percorso professionale e formativo adeguato a norma di legge è in grado di assicurare un racconto attendibile e veritiero, appunto di qualità. Il provvedimento intende contrastare l’approssimazione, occorre uno sforzo da parte di tutti per il rispetto delle regole, così come l’amministrazione si impegna ad effettuare maggiori controlli e sanzioni, anche nei confronti di pannelli o segnaletica abusiva. 

E a proposito di maggiori controlli, come da accordi presi in prefettura e come indicato nell’ordinanza, anche il Questore al riguardo adotterà apposita ordinanza di servizio, mentre il Prefetto si è impegnato a convocare una nuova riunione sull’argomento dopo l’ ordinanza. E’ necessario che tutte le forze dell’ordine si possano adoperare compatibilmente con i propri mezzi e risorse a contrastare, questi indebiti comportamenti tenuti in danno dei turisti, che sono e vengono in visita nella città di Matera, da parte delle guide abusive o dei finti informatori turistici, così da evitare ogni tipo di disturbo ai medesimi visitatori ed una lesione all’immagine ed al decoro della Città.

La sinergia e la collaborazione intrapresa con Questura e Prefettura, sarà messa a valore anche per contrastare l’evasione fiscale sull’imposta di soggiorno turistico, con maggiori controlli da parte di tutti i soggetti preposti. La lotta all’abusivismo deve coincidere con la lotta all’evasione, e ciò a tutela di tutti gli operatori turistiche e imprenditori della ricettività, ovvero della maggior parte delle strutture ricettive che versano regolarmente l’imposta di soggiorno, dato che è una tassa di scopo, usata proprio per aumentare servizi e qualità nell’accoglienza turistica. 

Il Sindaco di Matera

con delega al Turismo

Domenico Bennardi

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*