Gruppo Lega Lavello su vicenda Diga Rendine – Merra

Condividi subito la notizia

Il PD Lavello non perde occasione per intorbidire “le acque” per quanto riguarda la vicenda della Diga del Rendina.

Lo fa in occasione della visita di lunedì 4 luglio scorso, dove un autorevole esponente di Governo, il Viceministro Alessandro Morelli della Lega, ha fatto un sopralluogo all’invaso in stato di totale abbandono, in modo da capire e approfondire quali siano le criticità che frenano l’iter di un’opera che è stata inserita tra i progetti Bandiera della Regione Basilicata, opera d’importanza strategica per il nostro territorio, grazie al fatto che uno studio appositamente redatto su volontà della Regione ha finalmente stabilito dopo vent’anni, che la Diga NON ANDAVA DISMESSA.

La questione è ben più seria di quello che dice il PD, infatti, l’Assessore Merra si è spesa sui tavoli romani per accelerare dapprima gli studi guidati dal Prof. Calabresi dell’Università di Perugia, che hanno sancito la vera necessità di un ripristino essenziale, poi la candidatura della stessa al progetto più importante della nostra Regione.

Ricordiamo agli avversari del PD che la nostra Regione ha come simbolo i suoi fiumi e ricordiamo pure che forniamo, tranne la risorsa proveniente da Conza, tutta l’acqua che va in Puglia.

Vogliamo sempre ricordare a tutti e quindi anche al nostro Sindaco, che da esponente di spicco, fa parte dell’Assemblea dei Consorziati, che ai sensi del DM 517 del 2021 l’unico soggetto attuatore dell’intervento è il Consorzio di Bonifica della Basilicata.

L’immobilismo al quale accennate è frutto delle vostre scelte precedenti dove l’Amministratore è stato “nominato” dalla Giunta Pittella.

E’ la solita solfa siete abituati a “ ‘ndr vulà l’acqu”, visto che di acqua stiamo parlando ed invece di cercare di stringere la popolazione  di Lavello tutta intorno a questo tema fondamentale per la nostra comunità, cercate di sparigliare le carte per generare confusione a go go.

Invece di dividere forse sarebbe opportuno, una volta tanto, stringersi intorno all’Assessore Merra in modo da far fronte comune e cercare di portare a casa il risultato, infatti siamo certi che in futuro non ci possa essere qualcun altro che si possa occupare della vicenda del Rendina con tanta passione e dedizione.

Poi, per quanto riguarda il “lavoro”, è meglio lasciar perdere!

                                                                                                                GRUPPO LEGA LAVELLO

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*