Giovedì 14 luglio – Carlo D’Amicis presenta “La regola del bonsai” nel Chiostro degli Agostiniani di Lecce

Condividi subito la notizia

Ha soltanto sette anni Werner quando viene a sapere che sua madre è la figlia segreta di Eva Braun e Adolf Hitler. Suo nonno, dunque, non fu un dolce e amorevole vecchietto bensì il più esecrabile criminale della Storia e questa colpa non sua lo farà diventare un uomo allo sbando in fuga da se stesso e dalla vergogna: giovedì 14 luglio (ore 20 – ingresso libero e gratuito | info 3394313397 – www.lecceinscena.it) nel Chiostro degli Agostiniani di Lecce, la rassegna Agostiniani Libri, che rientra nel cartellone estivo del Comune “Lecce in Scena“, in collaborazione con Diffondiamo idee di valoreConversazioni sul futuro e Libreria Feltrinelli di Lecce, ospita la presentazione de “La regola del bonsai“, nuovo romanzo di Carlo D’Amicis. Lo scrittore tarantino, autore anche di numerosi programmi di Rai 3 (“Quante Storie” e “Le parole per dirlo”) e di “Fahrenheit”, trasmissione cult di Radio3 Rai, dialogherà con la scrittrice e sceneggiatrice Ilaria Macchia econ il regista Davide Barletti.

IL LIBRO
A sette anni, mentre assiste con il padre Rudolf allo sbarco del primo uomo sulla luna, Werner Wolf viene a sapere qualcosa che gli cambierà la vita per sempre: sua madre Klara è il frutto segreto della relazione tra Eva Braun e Adolf Hitler. L’inevitabile conseguenza è che Werner ha avuto in sorte come nonno, anziché un simpatico vecchietto che gli racconti le favole davanti al camino, il più esecrabile criminale della storia: il male assoluto. La sua vita diventa così un’impossibile fuga da se stesso e dalla vergogna di una colpa mai commessa, mentre la madre, bellissima cantante d’opera fallita, vende il proprio sangue a decrepiti filonazisti per una bottiglia di vodka. Cinquant’anni dopo Werner vive – senza passato e soprattutto senza futuro – in una baracca ai margini di Berlino. Trascorre le giornate in solitudine, cammina nei boschi, raccoglie oggetti dalla spazzatura e si barcamena tra l’ostilità del padre Rudolf, anziano e paranoico vivaista appassionato di bonsai, e gli assalti di Danny Grunberg, logorroico agente di spettacolo deciso a trasformarlo in un fenomeno da baraccone, convinto che la memoria sia il vero business del nostro tempo. Da questo vicolo cieco parte un imprevedibile viaggio, reale e soprannaturale al tempo stesso, dalla Germania all’estremo Sud dell’Italia. Un viaggio che, attraverso l’incontro con una ragazzina impertinente e poco incline alle lezioni della storia, catapulterà il nipote di Hitler in una dimensione arcana e sospesa, dove tutto – perfino l’incancellabile macchia di Werner – potrà essere illuminato da una luce diversa. La regola del bonsai è un romanzo tragico e al tempo stesso ironico, scandito da un’azione incalzante e innervato di simboli, che ribalta le prospettive abituali intorno alla memoria suggerendo la necessità di un’elaborazione del passato in grado di farci entrare in modo nuovo nel futuro.

L’AUTORE
Carlo D’Amicis (Taranto, 1964) vive a Roma. È autore dei programmi di Rai 3 “Quante Storie” e “Le parole per dirlo” e del programma di Radio 3 Rai “Fahrenheit”. I suoi ultimi romanzi sono: Escluso il cane (2006), La guerra dei cafoni (2008), La battuta perfetta (2010), Quando eravamo prede (2014), tutti pubblicati da minimum fax. Nel 2017 da La guerra dei cafoni è stato tratto l’omonimo film diretto da Davide Barletti e Lorenzo Conte. Nel 2018 è uscito per Mondadori Il gioco, finalista al premio Strega.

Info
www.lecceinscena.it – 3394313397

  • Radio Laser - La regola del Bonsai.jpg - news matera potenza puglia basilicata
  • Radio Laser - Carlo DAmicis - news matera potenza puglia basilicata
Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*