Piccolo Festival delle Arti

Condividi subito la notizia

Secondo appuntamento con il Piccolo Festival delle Arti, organizzato dal Circolo Culturale La Scaletta in collaborazione con la Prefettura di Matera e curato dallo storico dell’arte Edoardo Delle Donne. 

Martedì 6 luglio a partire dalle ore 21, nel Chiostro di San Domenico, all’interno del Palazzo del Governo, andrà in scena uno spettacolo di arte performativa. Protagonista della serata, l’artista materano Stefano Siggillino che con l’aiuto della sciamana Corinna presenterà una performance dal titolo “Respira”.

Si tratta di una riflessione performativa su una delle azioni più importanti che l’essere umano compie, il respiro. Un viaggio tra la liberazione interiore e la riflessione su chi siamo e dove ci troviamo. La performance si basa sul dare gesto e  segno alla respirazione attraverso il controllo di essa; ad ogni inspirazione e espirazione corrisponderà un segno uguale e specchiato.
Considerare i limiti in modo statico, come muri dove la ragione sbatte e si ferma, è esso stesso il limite più grande.
Il respiro è dinamismo ed ha la potenza del cambiamento, potenza che diventa propulsione per andare oltre.

Gli orari di ingresso per tutte le sette serate del Festival sono fissati per le ore 20,30, l’orario di inizio degli eventi per le ore 21.00.
L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

—————

Stefano Siggillino nasce a Matera nel 1992 in una famiglia dove arte e libertà di essere e di esprimersi non sono mai mancate. Dopo essersi diplomato al Liceo Artistico “Carlo Levi” di Matera, prosegue i suoi studi all’Istituto Europeo di Design di Milano (IED) dove acquisisce una formazione nell’ambito della comunicazione visiva che si rivelerà preziosa nella realizzazione delle sue opere. All’età di sedici anni muove i primi passi nel mondo dell’arte, a Matera espone le sue prime tele in mostre personali e collettive e collabora, come curatore, nell’allestimento di un’esposizione dedicata a Andy Warhol. Sulla scia dell’artista americano alcuni anni dopo nel 2020 nasce Seal Factory, un progetto volto a fondare una residenza per artisti nella Città dei Sassi, dove sperimentare nuove tecniche e idee in ambito artistico.
Da sempre influenzato da Mirò e Matisse, Siggillino persegue nei suoi lavori la ricerca dell’essenziale, per le forme e i colori, con cui riesce a creare rappresentazioni di forte impatto e con un palese significato recondito, ispirato al suo mondo interiore, in cui domina un Io bambino che dà vita e forma ai personaggi delle sue opere.
La dislessia lo porta a trovare nell’arte un canale di comunicazione immediato e sincero, nel tempo la sua passione si trasforma in vera e propria dedizione.

festival_arti_6_luglio_2022.jpg
26ad2e64-7dfc-4220-95a3-bf576b0495dd.jpg

Prossimi appuntamenti del Piccolo Festival delle Arti:

6 luglio
Respiro 
Segno, suono, respiro.
Evento di arte performativa di Stefano Sigillino

13 luglio
Zeichen
Il Live coding nel teatro musicale sperimentale.
a cura di Roberto Laterza

19 luglio
Teatro sotto le stelle: MetaTeatro presenta: Luce del Sud
In ricordo di Carlo Levi e Rocco Scotellaro.
Testo e regia di Ulderico Pesce

22 luglio
Dialoghi al chiar di luna. Effetto guerra: economia, politica e arte.
Intervengono: Prof. Donato Masciandaro (Università Bocconi , Milano), Prof.ssa Manuela Moschella (Università Normale, Pisa), Dott.ssa Olga Zhuk (vicedirettore del Mystetskyi Arsenal. Museo d’arte moderna, Kyiv)

28 luglio
Variazioni letterarie
Presentazione del libro “Cordoni ombelicali” di Ornella Sabia
Dialoga con la scrittrice Marianna Dimona


4 agosto
Sestetto d’archi dei Solisti Lucani (Ass. Matè e Solisti Lucani)
Musiche di Brahms e Bocccherini
Musicisti: Roberta Lioy, Sara Signa, Anna Maria Losignore, Stefano Lagata, Vincenzo Lioy, Clemente Zingariello

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*