IN BASILICATA RINNOVATI I VERTICI PROVINCIALI E QUELLO REGIONALE DI COLDIRETTI GIOVANI IMPRESA

Condividi subito la notizia

Sono stati rinnovati i vertici provinciali e quello regionale di Coldiretti Giovani Impresa in Basilicata. Nel corso della prima assemblea a Potenza è stata eletta Carmen Canosa, 26enne di Pietrapertosa, nuova delegata provinciale. Titolare di un’azienda agricola, la giovane si occupa della produzione di funghi cardoncelli e dopo  diversi investimenti ha ampliato la produzione sulle Dolomiti lucane e ne ha avviato una nuova a Marina di Pisticci per il periodo invernale. “Il mio obiettivo sarà innanzitutto  quello  di fare rete – ha evidenziato  Canosa  – e di approfondire problematiche, ma anche vantaggi che presenta ogni zona della provincia”.  E’ Rosangela Appio, invece, la nuova delegata  provinciale di Matera dei giovani di Coldiretti.   Trentenne di Montescaglioso, all’età di 19 anni ha lasciato la cittadina del materano  per iniziare gli studi universitari, dapprima a Bari, poi in America, tornata a Cremona ed infine, per lavoro, a Milano. Laureata in Economia e Gestione del sistema Agroalimentare, da sempre legata a questo mondo  oggi  è imprenditrice agricola e commerciale di una organizzazione di produttori nel Metapontino.   Rosangela Appio è stata eletta anche delegata regionale nel corso dell’assemblea che si è svolta a Matera, a Casa Cava, alla presenza del presidente regionale della Coldiretti, Antonio  Pessolani, del direttore regionale Aldo Mattia,  del presidente provinciale, Gianfranco Romano , del segretario nazionale di Coldiretti Giovani Impresa, Stefano Leporati e della delegata Veronica Barbati. “Spero di rappresentare al meglio la mia regione in ambito nazionale  – ha commentato la Appio – affinchè la Basilicata sia riconosciuta come una delle eccellenze produttive d’Italia”.  Il nuovo comitato regionale di Coldiretti Giovani Impresa Basilicata è  composto da Rosangela Appio.  Carmen Canosa, Matteo Marchetto e Giovanna Bascetta.

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*