Al via da domani “Feste d’estate”, cinque appuntamenti dedicati in particolare a minori e adulti con disabilità con momenti inclusivi di gioco, musica e letture facilitate

Condividi subito la notizia

L’assessorato al Welfare rende noto che quest’estate, alle attività già organizzate per il cartellone di Bari Social Summer dalla rete dei servizi territoriali presso i centri diurni, la Biblioteca dei ragazzi e delle ragazze e la Casa delle bambine e dei bambini, si aggiunge un ricco programma di giornate e iniziative promosse in favore di bambini, adulti, anziani e famiglie, con una speciale attenzione alle persone , adulti e minori, con disabilità.

Dopo il programma “Riflessi sul mare e le veleggiate accessibili ” parte domani, mercoledì 29 giugno, “Feste d’estate”, promosso da Occupazione e solidarietà nell’ambito delle iniziative di educativa domiciliare del progetto Semi di vita in rete con i servizi territoriali secondo il seguente calendario:

·        29 giugno Centro servizi per le famiglie Libertà, parrocchia del Redentore

·        6 luglio Casa delle Bambine e dei Bambini, complesso Baridomani, S.P. 110 Modugno Carbonara

·        13 luglio Centro servizi per le famiglie Japigia, via Rocca

·        20 luglio Centro servizi per le famiglie San Paolo, via Marche 1

·        27 luglio Centro servizi per e famiglie San Girolamo, lungomare IX Maggio 78.

I cinque appuntamenti, rivolti a tutti e in particolare a minori e adulti con disabilità, sono ad accesso libero e/o su segnalazione e vedranno il coinvolgimento di educatori sociali professionali, operatori socio sanitari e animatori sociali. Le feste, scandite da momenti di gioco, musica, letture animate e occasioni di aggregazione, si svolgeranno dalle ore 16.30 alle 18.30 nelle sedi indicate.

“Feste d’estate è un programma in cinque appuntamenti ideato per rispondere alle esigenze di tante famiglie, che offre momenti di socializzazione e di svago accessibili a tutti e a chi resta in città, specialmente alle persone con disabilità fisiche o mentali, anche gravi, che nel periodo estivo rischiano di soffrire maggiormente la solitudine – commenta l’assessora Francesca Bottalico -. L’aspetto fondamentale della nostra programmazione estiva è quello di rendere il più possibile inclusivi gli appuntamenti e gli eventi promossi, per consentire a tutti, famiglie, minori e adulti, di vivere momenti di svago e di aggregazione, con il supporto di operatori specializzati e qualificati”.

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*