Lettera aperta al Partito Democratico di Pisticci.

Condividi subito la notizia

Cari iscritti, militanti e simpatizzanti del Partito Democratico di Pisticci,
Vi scrivo per manifestare il mio disappunto e il mio dispiacere dopo aver letto il comunicato stampa diretto alla persona del Consigliere ed ex Sindaco Vito Anio Di Trani.
Ho sostenuto la candidatura a Sindaco del Dott. Di Trani con assoluta consapevole e convinzione, riconoscendogli un forte legame e un amore sviscerato per la comunità pisticcese e per il suolo territorio, oltre a capacità politiche e umane straordinarie.
In un momento storico delicato i cittadini si aspettano responsabilità e fatti concreti e non insulti e regolamenti di conti.
I primi otto mesi di consiliatura sono stati caratterizzati da un confronto serio e per certi versi fruttuoso nel rispetto dei ruoli che i cittadini con il loro consenso ci hanno riservato.
La nostra comunità è travagliata da troppo tempo da contrapposizioni e divisioni che non favoriscono la crescita economica e provocano disagio sociale.
Compito della politica e della sua classe dirigente è mettere in campo le azioni necessarie per favorire armonia e comunione nella propria comunità e rimuovere gli ostacoli che impediscono lo sviluppo del territorio.
Nel rispetto delle diverse posizioni politiche, l’unico obiettivo da perseguire è l’interesse collettivo mettendo da parte rancori e dissidi che avvelenano e mettono in contrapposizione i cittadini della stessa comunità.
Pisticci ha bisogno di ritornare ad assumere un ruolo strategico nel Metapontino e di contare nei consessi istituzionali nazionali, regionali e provinciali.
Il confronto e la discussione politica devono essere indirizzati unicamente a realizzare la visione progettuale del territorio e non ad alimentare faide.
Vi porgo i miei saluti nella speranza che questo mio pensiero possa stimolare una riflessione profonda sul vero senso del mandato politico e dell’impegno nelle istituzioni.

Giuseppe Miolla
Consigliere comunale ( Lista dei Cittadini).

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*