L’anniversario della Guardia di Finanza ci ricorda l’infaticabile lavoro delle Fiamme Gialle

Condividi subito la notizia

L’anniversario della Guardia di Finanza, che ricade oggi, è l’occasione per ricordare il lavoro instancabile ed appassionato dei miei colleghi. Ogni giorno sono impegnati a garantire la nostra sicurezza e sono impegnati nella difesa della legalità. Questa giornata ci permette anche di scorrere alcune importanti pagine della storia delle Fiamme Gialle con i suoi esempi più commoventi e con alcuni intrecci con la nostra regione. Non si possono non ricordare nelle celebrazioni odierne l’impegno e l’apporto fondamentale dei Finanzieri nella Prima guerra mondiale, nella “Battaglia del Solstizio”, tra il 21 giugno ed il 5 luglio 1918. Proprio in quegli eventi un ruolo da protagonista lo ebbe il generale Giuseppe Pennella di Rionero in Vulture. Inoltre, come non ricordare un altro illustre uomo della Guardia di Finanza, il tenente Attilio Corrubia, nato a Barile nel 1918, insignito della Medaglia d’oro al valor militare. L’ufficiale originario del borgo volturino si trovava nel Peloponneso dopo l’8 settembre 1943; si unì alla resistenza greca, venne catturato dai tedeschi nel 1944 e dopo alcuni giorni di interrogatori venne condannato a morte. Per quanto riguarda invece l’attualità, la Guardia di Finanza di Trieste è stata protagonista pochi giorni fa di uno dei più imponenti sequestri di cocaina proveniente dal Sud America (quasi 4 tonnellate e mezza di droga), che avrebbe fruttato per le organizzazioni criminali guadagni per oltre 240 milioni di euro.

Alle colleghe e ai colleghi in uniforme va il mio ringraziamento ed il mio sempre affettuoso pensiero per quanto fanno quotidianamente nella grande famiglia della Guardia di Finanza in favore degli italiani. 

Gianni Leggieri 

Consigliere regionale del MoVimento Cinque Stelle

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*