KRIKKA REGGAE feat. Gioman & Killacat: “Finché la musica suona” è il secondo inedito tratto dal nuovo album della band lucana, in uscita per il prossimo autunno

Condividi subito la notizia

Bernalda, 17 giugno 2022 – Dopo la buona accoglienza riservata al pezzo “Virus”, esce oggi per Lukania Sound Digital il nuovo singolo di Krikka Reggae, “Finché la musica suona” feat. Gioman & Killacat: il secondo dei due brani che anticipano la pubblicazione del 6° disco, attesa in autunno.Nato in occasione di feste e dance hall, durante l’estate del 2001 sulle spiagge della costa jonica, il gruppo unisce il dialetto della terra lucana alla musica giamaicana e dà vita a un repertorio originale dalla marcata connotazione performativa.   “Finché la musica suona”, il singolo ora disponibile nei principali store digitali, ha tutte le carte in regola per diventare uno tra i tormentoni di quest’estate: una hit reggae dance hall, con influenze mombahton e dalle vibe frizzanti, che incoraggia ad abbandonare le negatività e a farsi travolgere dalla vita. Nata da un’idea del batterista Frank ‘the commendator’ Magliocca, la canzone è il risultato di un lavoro collettivo a cui si sono aggiunte le preziose strofe dei calabresi, Gioman & Killacat, anche loro veterani della scena. Il videoclip diretto dal regista Giuseppe Marco Albano (David di Donatello) sarà disponibile dal 21 giugno su Youtube.
Dice Big Simon Cammisa, uno dei cantanti, di “Finché la musica suona”:«Un brano che ti prende e ti porta a ballare in riva al mare nella più completa spensieratezza, la stessa che tanto caratterizza la nostra musica e che cerchiamo di far venire fuori il più possibile: questa volta grazie anche alla collaborazione dei nostri fratelli calabresi, Gioman & Killacat, che hanno saputo dare un valore aggiunto a questa canzone creando una fantastica alchimia».

BIOLa band nasce nell’estate 2001 in occasione di feste e dance hall, in Basilicata, sulle spiagge della costa jonica. L’uso del dialetto bernaldese e la rielaborazione della musica giamaicana sono elementi che generano un impulso creativo spontaneo nei ragazzi della Krikka Reggae che, in pochissimo tempo, riescono a comporre un consistente repertorio di brani originali da suonare dal vivo. Nel 2004, la Krikka Reggae si aggiudica l’Italian Reggae Contest – promosso dal Rototom Sunsplash – come migliore gruppo reggae emergente italiano. Il primo album della Krikka Reggae esce a maggio 2005 (Ondanomala Record/Arezzo Wave distr. Edel). Il titolo è una chiara dichiarazione d’intenti “Da mo’ s’aval”, che in dialetto bernaldese vuol dire “adesso si fa sul serio”. Seguono “Na’soluzion” con l’etichetta di Roy Paci Etnagigante – V2 distr. Universal (2006) e “Liberati” per l’etichetta Etnagigante Ingegni – distr. Goodfellas (2011), con la partecipazione di Roy Paci, Bunna (Africa Unite), Nando Popu (Sud Sound System), Mama Marjas, Macro Marco, Franziska, Rankin’ Lele & Papa Leu, Hubu, Tonico 70. Nel 2012 esce “Lukania” il singolo diventato un vero e proprio inno della loro regione. Nel 2014 esce il quarto album “In viaggio” (Krikka reggae/Artistfirst) che ospita Zulù’ dei 99 Posse, Roy Paci, Mr. Perfect Giddimani, Fido Guido, Patto Mc Fyah George. Nel 2015 il bassista Enzo Sceriffo Russo e il chitarrista Matteo “Wise Koala” Di Biase, entrano nella band e il 2016 è l’anno del quindicesimo anniversario di carriera, festeggiato con un grande concerto tenutosi nel parco del castello di Matera (Capitale Europea della cultura 2019) il 21 giugno 2016 esattamente 15 anni dopo il primo concerto. Seguono anni di live e progetti speciali e, nel 2020, la band pubblica “Confusione” in collaborazione con i Sud Sound System mentre comincia il lavoro in studio e la scrittura di nuovi brani per il nuovo album, nel maggio 2021 esce “Milioni di prove” singolo che supera i 100k stream e va in classifica Fimi fino al 25° posto.
krrikka reggae feat gioman killacat finche la musica suona - Radio Laser - news matera potenza puglia e basilicata
Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*